Casa Divina Provvidenza, il Sindaco Fata: i momenti difficili sembrano essere superati

È iniziata una nuova era per la Casa Divina Provvidenza.
Le parole dei nuovi proprietari, espresse durante la celebrazione solenne officiata da Monsignor Vincenzo Pisanello, vescovo di Oria e reggente la diocesi di Barletta-Trani-Bisceglie, aumentano la speranza di aver definitivamente abbandonato i momenti difficili che hanno contraddistinto la storia recente della grande opera di Don Uva.


Le preoccupazioni, le ansie di questi anni, mitigate dalla buona gestione di questo lungo periodo di transizione commissariale, lasciano spazio alla speranza di un nuovo corso in grado di poter seguire l’esempio e gli insegnamenti di Don Pasquale Uva e in grado di poter dare certezze.
Certezze agli ammalati e alle loro famiglie che finalmente potranno ricevere la miglior assistenza possibile.
Certezze ai lavoratori che hanno sofferto tanto e che adesso vedono il loro futuro in maniera più serena.
Certezze alla nostra città che nella Casa Divina Provvidenza ha sempre visto un polmone economico ed occupazionale fondamentale.
Auguri di buon lavoro, dunque, ai nuovi proprietari.

IL V.SINDACO
Avv. Vittorio Fata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Tagliate circa 170 palme piantate qualche anno fa alla Conca dei Monaci, altri 20mila euro buttati al vento (IL VIDEO)

«Angarano-Silvestris avevano annunciato una storica rivoluzione verde nella città. A causa della loro incuria, in questi anni, gli alberi cittadini sono caduti o sono stati tagliati per via della cattiva e inesistente manutenzione del verde cittadino. Proprio a Conca dei Monaci, esattamente 2 anni fa, con tanto di selfie, Angarano annunciò in pompa magna la […]

Manovra. Boccia: aumenta nero e fanno finanziare Flat Tax dai pensionati

“Il PD farà una durissima battaglia in Parlamento per modificare una legge di bilancio inadeguata, che schiacchia i più deboli e dimentica il Mezzogiorno. I pensionati, di fatto, finanziano la flat tax; chi ha di meno dà a chi ha di più. Il contrario di quello che andrebbe fatto. E c’è un trionfo del nero […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: