“Noi con Salvini” affidata a Miscioscia

Il comunicato diffuso dal movimento politico facente capo al leader della Lega Nord Salvini, racconta di aver individuato in Benedetto Miscioscia colui il quale dovrà gestire il commissariamento della sezione cittadina di “Noi con Salvini” e, nel mentre, individuare «le risorse umane che in quel territorio sono vicine alle nostre posizioni politiche”, al fine di affidargli, successivamente, la segreteria cittadina del partito.

«Benedetto Miscioscia – dichiara Rossano Sasso su “AndriaNews24″– è una figura di spessore all’interno del nostro Movimento ed all’esterno, amministratore capace ed esperto, di recente nominato vice presidente nazionale della “Città dell’olio”, farà certamente bene a Bisceglie dove avrà il compito di individuare una classe dirigente adeguata e competente. Nell’augurare buon lavoro a Benedetto, lo ringrazio per il suo costante e proficuo impegno nel promuovere il progetto politico di Matteo Salvini».

La nostra domanda è se davvero la Bisceglie salviniana avesse avuto bisogno di ricorrere alla figura di un Commissario. Se davvero vi fossero due o più correnti al suo interno che fossero pronte a contendersi la segreteria, e che per tale ragione si fosse dovuto ricorrere alla figura di un “arbitro”.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Contrasto alla povertà educativa e all’esclusione sociale, pubblicato l’avviso “Educare in Comune”

Il Comune di Bisceglie ha aderito al bando “Educare in comune” pubblicato dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio che mette a disposizione dei Comuni italiani 15 milioni di euro per promuovere l’attuazione di interventi progettuali, anche sperimentali, per: il contrasto della povertà educativa e l’esclusione sociale dei bambini e dei […]

Covid, da domenica 17 si torna in “zona arancione”

Da domenica prossima la Puglia passa in area arancione insieme con altre otto regioni: Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Umbria e Valle D’Aosta. Restano in area arancione Calabria, Emilia-Romagna e Veneto. Lo prevede la nuova ordinanza che il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà nelle prossime ore e che andrà in vigore […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: