Rigenerazione Urbana, Bisceglie presenta la sua strategia integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile

21 Ottobre 2017 0 Di ladiretta1993

Nei giorni scorsi la Giunta Municipale di Bisceglie ha approvato gli atti per presentare la sua proposta di candidatura al bando regionale sulla Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile per la Rigenerazione per ottenere un finanziamento complessivo di 5 milioni di euro.


Si tratta della conclusione di un percorso partecipato di pianificazione strategica su scala urbana: una serie di incontri pubblici, iniziative di coinvolgimento di stakeholders, portatori d’interesse che agiranno come partenariato dell’amministrazione pubblica, di raccolta di manifestazioni d’interesse e di apporti diversi, hanno permesso di articolare una visione d’insieme calzante con il contesto urbano su un’area territoriale di intervento.
L’ambito che ne è derivato comprende il nucleo antico e l’adiacente quartiere “Cittadella-Santa Caterina” sul promontorio del Prussiano.
Il nucleo antico, da decenni oggetto di un profondo rinnovamento e recupero, ha ancora necessità di interventi di rigenerazione del tessuto storico che, in buona parte di proprietà pubblica, potrà essere recuperato per nuove destinazioni residenziali e per agevolare un rinnovamento anche nel tessuto sociale.
Il quartiere Cittadella, tra la chiesa di Santa Caterina e l’ex Mattatoio comunale, manca di una centralità che permetta l’aggregazione tra gli abitanti e necessita di essere connesso con la costa e con il nucleo storico-porto.
La Strategia così costruita, in acronimo SISUS, prevede una serie di interventi raggruppati in tipologie che rispondono, essendo integrate tra loro, ai quattro obiettivi tematici previsti dal bando regionale: efficientamento energetico e mobilità sostenibile, adattamento al cambiamento climatico e riduzione dei fattori di rischio ambientale, tutela dell’ambiente e valorizzazione delle risorse naturali, inclusione sociale e lotta alla povertà.
Qualora accreditata come Autorità Urbana, Bisceglie potrà quindi progettare gli interventi ipotizzati nella strategia entro i limiti finanziari da bando:
– 409.500 euro potranno essere investiti per interventi di efficientamento energetico sulle scuole don Tonino Bello e arc. V. Caputi;
– 760.500 euro sono previsti per progetti di mobilità sostenibile, ossia percorsi ciclo-pedonali, tra cui il collegamento tra via Prussiano e via Pescatori, aree pedonali nei pressi della chiesa di Santa Caterina;
– interventi sul verde pubblico per ridurre l’effetto “isola di calore” e migliorare la permeabilità dei suoli tra le vie Mercadante, nelle aree interne alle scuole del quartiere e dell’ex mattatoio per 260.000 euro complessivi;
– 740.000 euro sono destinati a migliorare i sistemi di smaltimento delle acque piovane in separazione dalla rete fognaria;
– per continuare il recupero degli isolati nel centro storico sono previsti 1.830.000 euro per realizzare alloggi sociali;
– 1 milione di euro sarà destinato alla riconversione dell’ex mattatoio per la realizzazione di una struttura ludico-didattico a servizio di minori a rischio.