Tennis, a “Milano 3” il nostro Pellegrino a caccia di altri traguardi

Le Atp Next Gen Finals sono ormai alle porte ed è già caccia aperta alla wild card riservata a uno dei migliori 8 under 21 italiani della Race to Milan. Quel posto è in palio allo Sporting Milano 3 di Basiglio dove dal 3 al 5 novembre andranno in scena le qualificazioni Next Gen: vincere significa guadagnarsi il palcoscenico dell’anno. L’evento si giocherà con le nuove regole pensate dall’Atp per le Next Gen Atp Finals del 7-11 novembre al Polo fieristico di Milan. I match si giocheranno 3 set su 5 con parziali ai 4 game ed eventuale tie-break sul 3-3, no-ad sul 40-40 e ‘no let’ sul servizio.


Ricchissimo il montepremi: 20.000 euro, suddiviso tra finalista (7.000), semifinalisti (3.500 ciascuno) e quartofinalisti (1.500). Al vincitore invece, oltre alla wild card, la fetta di montepremi che spetta a ciascuno degli otto partecipanti alle Next Gen Atp Finals.

Nella rosa dei pretendenti vi è anche il biscegliese Andrea Pellegrino.

LA SUA SCHEDA

Andrea Pellegrino
20 anni, n.471
Nato a Bisceglie il 23 marzo 1997, il pugliese Andrea Pellegrino ha iniziato a giocare a 3 anni grazie al padre Mimmo, suo primo maestro, per poi spostarsi a Tirrenia sotto la guida del tecnico Fit Gabrio Castrichella. Sublime rovescio bimane, Pellegrino ha trovato continuità a livello Futures grazie a due titoli consecutivi da $25.000 conquistati nell’ultimo mese. Ex Top 30 al mondo under 18, ha difeso i colori azzurri, a partire dall’under 12, in tutte la nazionali giovanili e ha vinto il Torneo Avvenire di Milano (under 16) nel 2013.

 

fonte: supertennis.tv

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Poche emozioni, tra Don Uva- e Virtus Palese finisce 0-0

BISCEGLIE – Il Don Uva pareggia a reti bianche in casa contro la Virtus Palese in un match abbastanza equilibrato e non ricchissimo di occasioni. Al 15’ st ci prova Di Leo dalla distanza su punizione (respinta timida di Sblendorio). 3’ dopo è Preziosa a rendersi pericoloso con un’azione personale, ma l’estremo ospite respinge ancora; […]

Il Bisceglie la spunta a fatica sul Polimnia, decisivo il penalty di De Vivo che vale l’aggancio al secondo posto

Grazie ad una pregevole trasformazione dal dischetto di De Vivo al 38’ della ripresa, il Bisceglie viene a capo di una sfida assai complicata di fronte al Polimnia conquistando la settima affermazione in campionato. Artefici di un primo tempo sbiadito sul piano della manovra e dell’intensità, i nerazzurri hanno esercitato una maggiore pressione nella ripresa […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: