Il Presidente della Repubblica convalida la decadenza di Spina. Poteri (limitati) nelle mani di Fata.

Si è completata in questi giorni la procedura di decadenza del Sindaco Francesco Spina prevista dal Testo Unico degli Enti Locali (TUEL).

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, infatti, lo scorso 25 ottobre ha provveduto a comunicare lo scioglimento dell’assise per l’avvenuta decadenza di Francesco Spina chiudendo di fatto l’iter avviato.

Con la firma del Capo dello Stato viene pertanto acclarata la perfetta legittimità della procedura amministrativa adottata dal Comune di Bisceglie per la decadenza del Sindaco.

Si tratta di un mero atto formale che non avrà alcuna ripercussione sull’attuale assetto amministrativo: il Consiglio comunale resta in carica (non solo per l’ordinaria amministrazione, ma con i suoi pieni poteri), così come resta al suo posto l’attuale compagine amministrativa.

Le uniche limitazioni riguardano il V.Sindaco Vittorio Fata, che non può far parte dell’assise comunale (cosa peraltro già nei fatti dall’inizio della consigliatura) e che non potrà né nominare un suo vice, né aumentare la composizione della sua Giunta comunale (al limite si potrà sostituire un assessore con un altro, senza modificare il numero complessivo).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Questura Bat: Boccia, “Presenza Stato per la massima difesa della legalità”

“Oggi nella BAT si completa un percorso iniziato nel 2004 con la nascita della Provincia di Barletta Andria Trani; l’apertura della Questura, e la conseguente partenza dei comandi provinciali dei Carabinieri e della Gdf, grazie all’eccellente lavoro fatto dal prefetto Valiante, rappresentano per tutta la nostra comunità il definitivo presidio di legalità. E’ proprio attraverso […]

Estate Biscegliese, le precisazioni dell’ass. Bianco: «Abbiamo preferito sostenere le realtà locali»

“Noi ci rendiamo conto che i metodi siano ben diversi rispetto al passato ma non è una buona ragione per polemizzare e mistificare la realtà. Prima si spendevano decine di migliaia di euro per singoli eventi che non sempre portavano valore aggiunto alla Città. Ora si usa un metodo trasparente e concertativo che, al netto […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: