Raccolta superiore al 65%. “Ambiente 2.0” contesta i dati-bufala che girano sul web

In merito a quanto riferito da una testata giornalistica on line di Bisceglie, il Consorzio Ambiente 2.0 contesta totalmente i dati riportati nell’articolo dal titolo “Ecotassa, per il 2018 Bisceglie pagherà il massimo”.

Nel testo dell’articolo, non firmato, si riferisce che la raccolta differenziata ha avuto un picco del 63,5 per cento nel mese di aprile 2017.

Un dato che il Consorzio che gestisce il servizio di igiene in città contesta in toto in quanto assolutamente parziale. In realtà, infatti, la percentuale di raccolta differenziata è risultata costantemente, mese per mese, al di sopra del 65 per cento (risultato che consentirebbe al Comune di evitare in toto il pagamento della Ecotassa regionale).

Questa la tabella corretta della raccolta differenziata a partire da aprile 2017 (mese in cui Ambiente 2.0 ha raccolto l’eredità del precedente gestore del servizio).

n.b. Si tratta dei dati così come comunicati al Comune di Bisceglie e tengono conto dei rifiuti provenienti dallo spazzamento stradale effettivamente destinati ad attività di recupero e pertanto potrebbero essere difformi dai dati che il Comune ha trasmesso alla Regione Puglia. Ma, su questo si è ancora in attesa di un allineamento tra quanto trasmesso dall’Azienda Ambiente 2.0 e quanto trasmesso dal Comune alla Regione.

Mese Percentuale di raccolta differenziata
Gennaio 2017 Precedente gestore
Febbraio 2017 Precedente gestore
Marzo 2017 Precedente gestore
Aprile 2017 59,29 per cento
Maggio 2017 65,25 per cento
Giugno 2017 66,02 per cento
Luglio 2017 65,31 per cento
Agosto 2017 65,03 per cento
Settembre 2017 65,81 per cento
Ottobre 2017 65,35 per cento
Novembre 2017  
Dicembre 2017  

 

Come si può osservare il dato è costantemente superiore al 65 per cento, per cui nessun addebito può essere mosso nei confronti dell’azienda biscegliese.

Inoltre Ambiente 2.0 precisa che nelle comunicazioni che il Comune ha fatto sui dati inoltrati dal Consorzio ha omesso quello relativo ai rifiuti da spazzamento avviati a recupero. Una vicenda che era stata già più volte segnalata alla dirigenza comunale con richiesta di rettifica (dato che porterebbe la raccolta differenziata a livelli ancora superiori). Per di più il Comune non aveva ancora caricato i dati relativi al lavoro eseguito dal precedente gestore del servizio di raccolta in città.

Intanto da Palazzo di città il Sindaco Vittorio Fata fa sapere che: “Abbiamo già provveduto ad inoltrare richiesta di rettifica della dertermina dirigenziale della Regione in quanto la comunicazione da parte del Comune di Bisceglie era stata inoltrata attraverso una raccomandata».

La Regione, invece, con ogni probabilità attendeva che la comunicazione formale fosse inviata attraverso una mail di posta certificata. Pertanto, ora si resta in attesa delle decisioni della Regione Puglia che dovrà valutare la correttezza della procedura seguita dal Comune di Bisceglie.

 

In tarda mattinata lo stesso Sindaco ha comunicato di essere stato ricevuto dal competente dirigente regionale che ha ribadito che la situazione del Comune di Bisceglie sarà analizzata a fine novembre insieme a quella di tutti gli altri comuni che si trovano nella stessa situazione, visto che la scadenza del 30 ottobre non era perentoria e che pertanto ci sarà modo per far valere le ragioni del Comune per l’abbassamento dell’ecotassa regionale.

 

Bisceglie 08/11.2017                                                                                     Consorzio Ambiente 2.0

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Coronavirus, in Puglia 850 positivi e 16 decessi

In Puglia, su 12.422 test per l’infezione da Covid-19, sono stati registrati 850 casi positivi: 371 in provincia di Bari, 41 in provincia di Brindisi, 77 nella provincia BAT, 70 in provincia di Foggia, 85 in provincia di Lecce, 207 in provincia di Taranto. 1 caso di residente fuori regione è stato riclassificato e attribuito. […]

Covid: Puglia, 26 morti e 403 nuovi positivi (13,1% dei test)

Sono 403 i nuovi casi di positività al Covid 19 rilevati in Puglia su 3.065 test registrati (un numero ridotto come sempre nei fine settimana), con una incidenza del 13,1%. Le vittime sono 26. Dei nuovi positivi 175 sono in provincia di Bari,117 in provincia di Foggia, 62 in provincia di Lecce, 22 in provincia […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: