Dati raccolta rifiuti, Alfonso Russo: «Dati contrastanti tra azienda e Comune»

Alfonso Russo, che fu assessore della giunta Spina e che oggi abbraccia i programmi e le idee di Casella, interviene sulla polemica di ieri relativa ai dati della raccolta differenziata in città, resi noti sia dal Comune (e pubblicati dalla Regione Puglia) che dall’azienda “Ambiente 2.0” che gestisce il servizio.

«Dati contrastanti -afferma Russo- tra Comune e “Ambiente 2.0”. Ricordo che per non pagare tassa al massimo, bisogna superare il 65%. di raccolta differenziata. I dati trasmessi dall’azienda sono di poco superiori».

Nonostante questo, però, Russo si dice preoccupato: «Ho un brutto presentimento, che pagheremo la tassa al massimo. Il paradosso, e non è una novità per questa Amministrazione comunale, è che c’è contrasto nei dati resi noti dall’Ente e gestore. E’ strano».

«Sugli gli ultimi interventi di pulizia STRAORDINARIA del territorio -conclude Russo- da rifiuti abbandonati da “ANIMALI INCIVILI”, l’Amministrazione comunale mi trova d’accordo. Ringraziamo i finanziamenti Regionali che arrivano nelle casse del Comune, altrimenti saremmo nella difficoltà più totale, diciamo le cose con obiettività e non con vanto o come se fossimo di fronte ad un miracolo amministrativo».

L’ultima stoccata è per l’azienda “Ambiente 2.0”: «Se fossero collocati, come promesso, anche i venti contenitori per deiezioni cani, come promesso e come previsto dal contratto d’appalto, saremmo GRATI e non perleremmo delle solite promesse “da marinaio”» .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

De Toma: “Più sostegno a favore degli studenti universitari fuori sede”

Il consigliere regionale dei giovani Alberto De Toma con il sostegno dell’associazione universitaria “Studenti Indipendenti”, scrivono al Presidente della Regione Michele Emiliano affinché la regione adotti quanto prima l’innalzamento del limite di reddito per l’utilizzo di fondi regionali, attualmente fissato a 20.000,00€ dall’art 1 comma 526 della legge 30 dicembre 2020, n. 178, a 23.000,00€ […]

Scuola, Regione Puglia verso l’istituzione di operatori sanitari per emergenza

Per ora è una bozza di delibera che, se approvata, potrebbe portare nelle scuole pugliesi due novità importanti per consentire il rientro in classe di studenti e docenti in totale sicurezza. Come anticipato nei giorni scorsi dall’assessore regionale alla Sanità Pier Luigi Lopalco, la Regione è al lavoro sull’istituzione del team di operatori sanitari scolastici […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: