Biscegliesi e topi, una convivenza disgustosa e difficile

Se è vero che fra i mammiferi, i roditori sono l’ordine con più specie sulla Terra, è anche vero che nessuno può conoscere per esattezza quanti topi ci siano a Bisceglie. Comunque sia, da ieri sera ce n’è uno in meno. Quello ammazzato da commercianti e passanti in via Alighieri.

Uomini e topi hanno un dna simile per il 97,5%, ma a noi, uomini, piace poco convivere con loro: un topo di fogna può portare fino a trenta malattie trasmissibili all’uomo, pur restando sano. E poco importa che vivano in genere da due a tre anni.

Qualcuno intervenga per tamponare, arginare o debellare il fenomeno.

La foto è del collega Pinuccio Rana.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

19enne biscegliese trovato in possesso di hashish e marijuana: arrestato in via Sant’Andrea, ora ai “domiciliari”

I Carabinieri della Tenenza di Bisceglie con il coordinamento della Procura della Repubblica di Trani hanno arrestato un 19enne del posto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in località Sant’Andrea. Nell’ambito dei consueti servizi di controllo del territorio, i militari dell’Arma hanno sottoposto a controllo M.A., di origini biscegliesi, […]

Incendio struttura Covid Barletta: trasferito a Bisceglie uno dei quattro pazienti

Sono tornate operative le sale operatorie dell’ospedale “Dimiccoli” di Barletta ed è stata ripristinata tutta l’attività chirurgica, nove giorni dopo l’incendio che, il 12 settembre scorso, ha distrutto la piattaforma rianimatoria fatta realizzare dalla Protezione civile e inaugurata a gennaio 2021 per affrontare l’emergenza Covid, adiacente al blocco rianimatorio-operatorio del nosocomio. Sale operatorie e rianimazione […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: