Unione Calcio, a Ruvo gli azzurri s’impongono per 2-1 sul Casarano

13 Novembre 2017 0 Di ladiretta1993

L’Unione Calcio centra l’obiettivo della prima vittoria stagionale al “Coppi” di Ruvo, imponendosi per 2-1 sul Casarano in una gara densa di spunti ed episodi.

Mister Rumma, che deve fra fronte alle assenze di Musacco e Di Pierro, conferma modulo e gran parte dei protagonisti di Otranto, schierando dal 1’ tra i pali Adriano Amoroso, riaccogliendo in difesa Bartoli, che compone la retroguardia con Bufi e Stella. Nella linea a cinque del centrocampo confermati Binetti, Mastropasqua, Quacquarelli, Dell’Oglio e Quercia, mentre in avanti agiscono Ventura e Lasalandra.

Il primo squillo di marca Unione arriva al 17’, con Stella che, al termine di un’azione manovrata, prova la conclusione dalla distanza, non centrando lo specchio della porta. Dopo otto minuti tocca a Ventura provare la soluzione personale con un destro a giro dal limite dell’area che trova la pronta risposta dell’estremo Milli. Sugli sviluppi del successivo corner Casalino tocca la sfera con il braccio, il direttore di gara, Grosso di Bari, decreta il calcio di rigore per i biscegliesi. Dal dischetto va Ventura, Milli intercetta la conclusione ma non evita il quarto centro in campionato dell’attaccante azzurro, che vale il prezioso 1-0.

Gli ospiti alzano il ritmo del proprio gioco, senza però riuscire ad impensierire Amoroso. Per il pareggio occorre arrivare oltre il 48’ di gioco: punizione dalla trequarti di destra di Caputo, la palla taglia l’area di rigore con gli azzurri che, tratti in inganno da un duplice fischio proveniente dalla tribuna, restano immobili, permettendo a Trovè di insaccare indisturbato sul secondo palo per il più beffardo dei gol.

Avvio di ripresa appannaggio del Casarano, pericoloso al 4’ con la conclusione dalla distanza di Quarta, su cui Amoroso fa buona guardia deviando in corner. Dopo altri tre giri di lancette l’Unione Calcio rivede  gli spettri di una gara in salita con l’espulsione di Bufi, reo di un fallo su Caputo. I biscegliesi, però, si rimettono in carreggiata al 13’, trovando il gol del sorpasso con Lasalandra, lesto a spedire nel sacco con una precisa conclusione diagonale la sfera, in un’azione conclusasi nel migliore dei modi sugli sviluppi di un calcio piazzato.

La gara si fa più nervosa ed al 17’ viene ristabilita la parità numerica con il cartellino rosso rimediato da Vergori, protagonista di un’entrata scomposta e pericolosa nei confronti di Quercia. Mister Sportillo, per il Casarano, prova a cambiare completamente le carte in tavola sino alla fine dei giochi, usufruendo delle cinque sostituzioni, mentre mister Rumma chiama in causa Liberio e Colella, in luogo di Lasalandra e Binetti, puntando al contenimento.

Gli ospiti ci provano alla mezz’ora con Pignataro, la cui deviazione sotto misura viene ben letta da Amoroso. I biscegliesi tirano un sospiro di sollievo al 44’, quando lo stesso attaccante salentino coglie la traversa piena con un colpo di testa su cross dalla destra che taglia fuori la retroguardia azzurra. L’Unione Calcio è chiamata a stringere i denti sino al 95’, mentre nel secondo minuto di recupero l’assistente segnala fuorigioco sulla battuta a rete vincente di Quarta.

Il primo successo stagionale consente ai biscegliesi di portarsi a quota sei punti in graduatoria, superando così l’Aradeo, compagine con una gara in meno. Domenica prossima Bartoli e compagni si sposteranno verso la vicina Corato, dove sfideranno i neroverdi, sconfitti in quel di Galatina.

 

UNIONE CALCIO BISCEGLIE – CASARANO CALCIO 2-1 (1-1 pt)

 

Unione Calcio: Amoroso, Bufi, Quercia, Bartoli, Mastropasqua, Stella, Dell’Oglio, Binetti (31’ st Colella), Ventura, Lasalandra (16’ st liberio), Quacquarelli. A disp: Napoletano, Monopoli, Palumbo, Gabbino, Vispo. All. Luca Rumma.

 

Casarano: Milli, Tardo (40’ st Presicce), Schirinzi, D’Arcante (31’ st Lenoci), Vergori, Casalino, Trovè (8’ st Stringano), Portaccio (20’ st Zaminga), Lorusso (19’ st Pignataro), Quarta, Caputo. A disp: Montagnolo, Marretti. All. Pietro Sportillo.

 

Arbitro: Grosso (Bari); assistenti: Abbinante (Bari), Ruggiero (Bari)

 

Marcatori: 27’ pt Ventura (rig.), 48’ pt Trovè, 13’ st Lasalandra

 

Ammoniti: Ventura, Bartoli, Mastropasqua, Liberio, D’Arcante, Lenoci

 

Espulsi: Bufi (7’ st), Vergori (17’ st)