Caso-Marianna, Angarano (BisceglieSvolta): Bastava essere chiari ed eviare il solito rito autocelebrativo

1 Dicembre 2017 0 Di ladiretta1993

«Perché “assegnare” (attraverso il solito proclama) da giugno un alloggio che non ha un collaudo statico, non risulta accatastato, non ha la possibilità di effettuare l’allaccio dei servizi e il cui ascensore non può essere messo in esercizio a causa dei suddetti motivi ?


Bastava essere chiari e non fare la solita auto celebrazione.
Ma ormai non ci illudiamo più.
Ci interessa pensare ai “fatti” per la città: chiediamo all’amministrazione quali sono le problematiche tecniche, giuridiche ed economiche che impediscono la consegna del cantiere di largo piazzetta al comune?
E continuiamo a domandare a che punto siamo sulla pubblicazione della graduatoria per l’assegnazione degli alloggi popolari.


Tutto questo con la (poca) speranza che l’amministrazione impari (tardivamente) a mantenere le sue promesse, a maggior ragione quando riguardano persone disagiate.
E con l’auspicio che impari (tardivamente) a rispondere alle nostre domande non scaricando le responsabilità, che sono prevalentemente politiche, su qualche ufficio comunale come ormai è sovente fare.»

Lo dichiara Angelantonio Angarano in una nota condivisa sul social network Facebook.