Applausi e apprezzamenti anche al Cineporto di Bari per “I volti della violenza a teatro”

Nella mattinata di venerdì 15 dicembre 2017, a partire dalle ore 10:30, presso il Cineporto di Bari, si è tenuta la sesta tappa di presentazione del libro del regista biscegliese Francesco Sinigaglia dal titolo I volti della violenza a teatro che ha visto la partecipazione alla realizzazione di Apulia Film Commission, massimo ente pubblico cinematografico regionale.

La compagniAurea con il suo intervento, ha raccontato i progetti in scena nel 2018: “Il Gobbo di Notre Dame”, “Altrove” e “Benedetto. Il papa di Gesù”.

Le tre pièces menzionate tratteranno temi importanti, caldissimi su un piano sociale, come da mission del gruppo teatrale nato nel 2012. A gremire la sala proiezioni del Cineporto di Bari – che ha visto passare negli anni, tra gli altri, S. Rubini, C. Zalone, R. Scamarcio, M. Placido… – sono stati i pubblici spettatori e le numerose associazioni regionali che si occupano di spettacolo e cultura. Grande sono stati, oltre a ciò, successo ed entusiasmo per questo appuntamento che, prossimamente, calcherà altri palchi e conoscerà sempre attente e curiose platee, amanti d’arte drammatica, drammaturgia e, più in generale, teatrale.

 

 

Il regista e direttore artistico della compagniAurea di Bisceglie, Francesco Sinigaglia, prosegue quindi con il tour di presentazione del saggio I volti della violenza a teatro (edit. Tra Le Righe Libri – Lucca – 2017), presso il Cineporto di Bari (Fiera del Levante – pad. 180), dopo le date di Torino e Lucca, la partecipazione a Libri nel Borgo Antico e Roma Intangibile. Sono intervenuti per l’evento i componenti della compagniAurea a presentare i progetti futuri. Hanno preso parola, in un bel momento culturale che ha favorito il connubio tra letteratura e le varie discipline dello spettacolo: Nicola Ambrosino, GB dell’Olio, Giuseppe Leone, Grazia Lopopolo, Nicola Losapio, Anna Lozito ed Elvira Ventura. A condurre l’incontro sono state, inoltre, le deliziose e talentuose Maria Anna de Ceglia e Sabrina Papagni.

 

Sinigaglia, in più, ha confermato per l’occasione la collaborazione con Apulia Film Commission, nonché la maggiore organizzazione cinematografica pugliese, portando il libro proprio nella fucina del cinema regionale; oltre a ciò, è stata rinnovata la cooperazione con la Fondazione DCL, sempre al fianco della compagnia e attiva sul sociale, con la S.O.M.S. Roma Intangibile, Club Rotary di Bisceglie, F.I.T.A. e circuito nazionale TeatrItalia. A farsi promotrice dell’evento è la casa editrice lucchese TraLeRigheLibri, nella persona del presidente ed editore Andrea Giannasi, che ha creduto nel progetto cultuale del regista biscegliese.

 

E’ possibile reperire I volti della violenza a teatro nelle maggiori librerie italiane. A Bisceglie, presso libreria Mondadori – Vecchie Segherie o Cartolibreria Piave. E’ disponibile anche online al link:

https://www.ibs.it/i-volti-della-violenza-a-teatro-libro-francesco-sinigaglia/e/9788899141967?tipo=nuovo&lgw_code=1122-B9788899141967&gclid=CjwKCAjw4KvPBRBeEiwAIqCB-RjL7E8nPVAlCa5gX39hsPYgmRF94-cALltDHLCjK5AVTK97Lr3vLRoCxsYQAvD_BwE

 

I volti della violenza a teatro sciorina il delicato, e talvolta scomodo, tema della violenza applicato alla scena teatrale sulla base dell’immediata rappresentazione e mimesi attoriale, e più in generale sul piano della letteratura teatrale italiana e europea, che ha da sempre affascinato, e spesse volte incantato, molti autori e drammaturghi nel corso della storia. Scrittori e letterati, calati nel loro preciso contesto storico, si sono dovuti confrontare con i propri obiettivi poetici e con la tradizione teatrale, sin dalla lectio di Aristotele e dal discorso di Poetica. La tragedia nel corso del Cinquecento possiede per ogni pertinente livello un elevato grado di astrazione che l’allontana dalla vita concreta e reale, dalla verosimiglianza. Il contesto teatrale novecentesco, ed in particolare quello in cui Pirandello va inserendosi, che prosegue la trattazione della violenza a teatro, è quello del dramma borghese. Nell’approccio analitico al teatro contemporaneo, il discorso relativo al tema della violenza nel particolare fa riferimento alla figura della scrittrice Dacia Maraini.

 

Per ascoltare online l’intervista di Francesco Sinigaglia e della compagniAurea di domenica 26 novembre 2017 in onda su Radio Centro Bisceglie per il programma Crazy For You: https://www.youtube.com/watch?v=erAADRj0F0c.

 

E’ possibile, oltre a ciò, prendere visione dell’ultimo lavoro teatrale Fuori. 1994, una produzione della compagniAurea in scena dal dicembre 2016 al link: https://www.youtube.com/watch?v=33m7c_e8qKM.

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Bisceglie, la CompagniAurea torna in scena con “Hänsel e Gretel”

La CompagniAurea di Francesco Sinigaglia ha segnato in due repliche presso il teatro “Don Luigi Sturzo” di Bisceglie, il proprio ritorno sulle scene teatrali con la rappresentazione “Hänsel e Gretel”, una fiaba dei fratelli Grimm, venerdì 18 giugno 2021 (ore 18:00 e 20:45). Tenute conto le misure anticovid-19 e facendo da apripista al ripopolamento delle […]

Sistema Garibaldi, dal 18 al 21 giugno “Il tempo dei piccoli Sciam!”

In qualsiasi luogo siate e in qualsiasi momento dell’anno, se il venerdì mattina appoggiate l’orecchio a terra, se pur all’inizio vi sembrerà di sentire solo silenzio, prestate attenzione: dopo un po’, comincerà a sentirsi una specie di bisbiglio, che poi diventerà un ronzio per esplodere infine in un grande, potente, irrefrenabile brusìo. È un miscuglio […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: