Bisceglie Calcio, penalizzazioni per le concorrenti. Potrebbe partecipare ai play off per la serie B

Il Tribunale Federale Nazionale presieduto da Cesare Mastrocola ha sanzionato 6 società di Lega Pro per violazioni CO.VI.SO.C. Il TFN ha inflitto 10 punti di penalizzazione al Matera (Girone C di Serie C), 6 punti di penalizzazione al Siracusa (Girone C di Lega Pro) e all´Akragas (Girone C di Lega Pro) e 2 punti di penalizzazione a Mestre (Girone B di Serie C), Piacenza (Girone A di Lega Pro) e Gavorrano (Girone A di Lega Pro).

Come ha riferito Alessandro Ciani Passeri sul sito forzabisceglie.it, cambia radicalmente la classifica del girone C con il Bisceglie che vede così aprirsi uno spiraglio Play Off. A tre punti dalla decima posizione (ultimo posto utili, ndr) i nerazzurri potrebbero riacciuffare in extremis la zona spareggi per la B se domenica prossima batterà il Fondi e se contestualmente la Fidelis Andria di mister Papagni vincerà contro la Virtus Francavilla (attualmente a 45 punti in classifica). A parità di punti infatti varranno gli scontri diretti.

Annunci

Una raccolta fondi per aiutare una vittima di stalking

Il gruppo Facebook Bisceglie Notizie di Pinuccio Rana ha condiviso l’iniziativa del sig. Andrea Mottola che ha promosso una raccolta fondi sul popolare social per aiutare una donna vittima di stalking.

“Evitiamo l’ennesimo femminicidio” è l’allarme lanciato da questa iniziativa. «Una mia cara amica è vittima di stalking ormai da anni e la legge non fa nulla -racconta il sig. Mottola-. Qualche settimana fa il verme ha tentato di ammazzarla e nonostante tutto le istituzioni se ne fregano, gli è stato consigliato di trasferirsi altrove ma lei al momento non ha le disponibilità economiche per farlo, le associazioni parlano, raccolgono fondi ma alla fine non si sa che fine fanno questi fondi, per una volta uniamoci noi semplici cittadini per una buona causa ed evitiamo l’ennesimo femminicidio, spero in un vostro, anche minimo, riscontro, grazie di cuore».

Secondo le informazioni raccolte da Pinuccio Rana, la donna e i suoi due figli sono stati più volte minacciati di morte. Prima viveva a Trani, poi a Bisceglie ha cambiato due abitazioni. Ora ha avuto lo sfratto e deve cercarsi un altro tetto fino a quando raggiunge una cifra di 2 o 3000 euro e partire in un posto sconosciuto con i figli di 7 e 12 anni.

Naturalmente sarebbe auspicabile un intervento da parte delle forze dell’ordine. Denunciare sempre, in questi casi, è l’atto più sensato che una vittima possa fare.

Lino Ricchiuti (P.P.I.) “Ecco cosa accade quando chiude un negozio”

QUALE RUOLO HA UN NEGOZIO? A quanto pare nessuno ha capito fino in fondo quale danno enorme a livello nazionale causa la chiusura di un negozio (spero siate d´accordo e farete girare) Cominciamo dall´inizio.

OCCUPAZIONE : sicuramente un negozio mantiene una famiglia spesso più di una perchè ci lavorano altre persone.

FABBRICHE : una grande catena commerciale non darà mai spazio a piccole realtà produttive che invece trovano ampio spazio nei piccoli negozi, non importa cosa producono non sarebbero in grado di produrre abbastanza merce e ai costi “bassi” imposti dalla catena commerciale.

BANCHE : un negozio significa versamenti quotidiani in contanti, finanziamenti per l´attività.

INDOTTO : una attività ha bisogno di manutenzione molta se è un BAR o RISTORANTE meno se è un negozio di abbigliamento, se hai un condizionatore, frigoriferi, luci, la serranda , impianto elettrico , bilance , affettatrici e tante altre cose queste devono essere sottoposte a manutenzione e quindi vi sono aziende locali che se ne occupano dando lavoro.

IL NEGOZIO CHIUDE 1) Il titolare e gli addetti sono tutti a spasso quindi non pagano più tasse, non avendo più uno stipendio non possono più fare acquisti e altre attività andranno in crisi 2) Fabbriche : ogni prodotto che è presente nel negozio è fabbricato da qualcuno, spesso produttori locali o piccoli quindi niente più acquisti e la fabbrica va in crisi chiude e licenzia ma quella fabbrica per fabbricare acquistava materia prima e anche lei faceva manutenzione quindi se chiudono una serie di piccole imprese molte persone di conseguenza vanno a reddito zero.

BANCHE : niente più contanti niente finanziamenti niente economia locale e quindi che ci faccio con la filiale del paese se vengono si e no 3 persone al giorno a fronte dell 50/60 di prima? Chiudo la filale quindi tutto il personale va a spasso.

IN ULTIMO tutti questi locali sono di qualcuno magari comprati per avere un piccolo reddito extra dall´affitto Oggi se sono chiusi è un capitale morto perduto a valore 0 visto che nessuno li vuole ma devi pagarci sopra le tasse e quindi il proprietario è in un bel guaio da investimento a perdita, come un rubinetto rotto… più tutto quello sopra riportato !

OGNI NEGOZIO E´ UN PICCOLO INGRANAGGIO DELL´ECONOMIA ITALIANA SE LO FERMI ALLA FINE NE PAGHEREMO TUTTI LE CONSEGUENZE …. ecco perchè serve un piano straordinario a tutti i livelli nazionali ma anche comunali che salvaguardi le micro attività. ALTRO CHE BUROCRAZIA, TASSE ED EQUITALIA !! Lino Ricchiuti – Presidente nazionale movimento politico Popolo Partite Iva

Se hai una attività commerciale a posto fisso o ambulante e sei residente a Bisceglie richiedi gratuitamente l’opuscolo “Cara Equitalia.. la storia di Lino Ricchiuti leader del Popolo Partite Iva” al nr 370 355 23 07 .

Vecchie Segherie, Ghemon incontra fan e firma copie libri

Per un artista non è sempre semplice trovare la via per esprimersi e farsi accettare. È un percorso lungo, fatto di «meravigliose cadute e sofferte risalite» che porta a una profonda conoscenza e accettazione di sé.
Ghemon questo percorso ha scelto di raccontarlo e, per farlo, c’è un unico modo: mettendosi a nudo.
La celebrità, i fan, il palco di Sanremo sono solo i picchi di un viaggio che è come un diagramma fatto di impennate e ripide discese. Partendo dagli anni ’80 da una città di provincia fino all’affermazione nel mondo del rap. Ghemon non nasconde nulla: incontri, ostacoli e periodi bui.
Il popolarissimo artista sarà l’attesissimo ospite del bookstore Mondadori nelle Vecchie Segherie Mastrototaro lunedì 14 maggio alle ore 15.30 per firmare le copie del suo libro “Io sono – Diario anticonformista di tutte le volte che ho cambiato pelle” in un evento eccezionale che si preannuncia come un regalo unico per i suoi tantissimi fan del nostro territorio. L’occasione per conoscere dal vivo un personaggio del tutto originale nel nostro panorama musicale e per scoprire la persona ce c’è dietro alla maschera dell’artista. Attraverso le parole di un libro che è “un diario carnale di un idealista. Parla di sogni e di sconfitte, di amicizia e solitudine, di amore e rifiuti. La sincerità mi ha sempre portato fortuna perché le persone che si sono specchiate in ciò che dicevo, hanno potuto pensare “lui è come me”. In un epoca di foto da feste e posti esotici sbattute su tutti i social network, di privilegi da invidiare, più che di sensibilità da ammirare, pensavo fosse giusto ribadire che sono fiero di essere diverso”.

Violenza donne, venerdì convegno presso la Sala Castello

Il Centro Antiviolenza dell’Ambito di Trani-Bisceglie gestito dalla Cooperativa Promozione sociale e solidarietà di Trani (c/o Centro Jobel sito in via G. Di Vittorio n.60 in Trani) incontrerà le due comunità in un convegno intitolato “COMPETENZE CONTRO LA VIOLENZA: professionalità al servizio delle donne” venerdì 4 maggio 2018 presso la Sala Castello di Bisceglie (h.15.30-h.19.30).

Dove nasce la violenza che si abbatte sulla donna? Quali sono le sue radici storiche, culturali, psicologiche? E oggi, qual è la situazione di questo fenomeno drammatico e quali risposte riesce a fornire alle vittime la rete di servizi? L’evento, aperto a tutti i cittadini e le cittadine, è stato realizzato in collaborazione con l’Associazione degli Avvocati di Bisceglie e vede come destinatari privilegiati i professionisti del settore (avvocati, psicologi, educatori, assistenti sociali e docenti). Oggetto del convegno di formazione non sarà solo la trattazione del tema della violenza sulle donne, ma il fissare lo sguardo, in modo preciso e circostanziato, sulle “professionalità” in campo, la rete dei servizi, i rapporti con le forze dell’ordine ed i Tribunali, per poter individuare quelle “buone pratiche” e corrette modalità di relazione che possano permettere il miglior intervento, da parte del CAV, dei servizi e dei professionisti del settore, in caso di violenza sulle donne.

Il Convegno sarà aperto dai contributi del V. Sindaco di Bisceglie, Avv. Vittorio Fata, e del Sindaco di Trani, Avv. Amedeo Bottaro, a seguire interverranno:
– la Dr.ssa Giulia Pavese, Magistrato, Presidente della Sezione Penale del Tribunale di Trani;
– il Dr. Antonio Di Gioia, Psicologo, Presidente dell’Ordine degli psicologi della Regione Puglia;
– l’Avv. Maria Pia Vigilante, Avvocata penalista ed appartenente alla TASK FORCE regionale dei CAV di Puglia.
– il Dr. Alessandro Attolico, Dirigente dell’Ufficio di piano Ambito territoriale Sociale di Trani- Bisceglie;
– la Dott.ssa Giulia Abbascià, Assistente Sociale del Comune di Bisceglie;
– l’Avv. Marina Nenna, Avvocata penalista del Cav SAVE e consigliera nazionale dell’associazione Di.Re. contro la violenza.
Modererà l’incontro l’Avvocata Maria Rosaria Basile, presidente dell’associazione Avvocati di Bisceglie e consulente per Bisceglie del Cav SAVE.

Il Convegno è gratuito ed è stato accreditato presso l’Ordine degli avvocati del Foro di Trani (prevede l’attribuzione di n.03 crediti formativi per gli avvocati che si iscriveranno all’evento mediante la piattaforma RICONOSCO del sito dell’Ordine).
L’evento si inserisce nelle attività dei programmi antiviolenza finanziati dalla regione Puglia e che hanno visto le operatrici del Cav Save impegnate in numerosi incontri di formazione e sensibilizzazioni in numerose scuole del territorio di ambito nel corso di questo anno scolastico.

Pro Natura annuncia: domenica prossima puliamo Cala Pantano

Con lo slogan ” Aiutaci a proteggere l’ambiente”, Pro Natura Bisceglie invita i cittadini a pulire cala Pantano dai rifiuti.

A chi parteciperà verrà fornito un paio di guanti e un sacco, cortesemente forniti da Ambiente 2.0.

I rifiuti verranno consegnati al gestore della raccolta rifiuti.

Alla manifestazione sono stati invitati i candidati a Sindaco della città affinchè possano testimoniare la loro adesione al progetto di tutela e valorizzazione voluto da Pro Natura.

Con Gianni Casella sindaco presentazione dei candidati al Consiglio comunale

Continua il ciclo di incontri per la presentazione dei candidati al Consiglio comunale della coalizione “Nel modo giusto” a sostegno di Gianni Casella Sindaco.

Casella ha già ricordato nel suo comizio di apertura della campagna elettorale che i consiglieri comunali eletti nella coalizione saaranno «i veri protagonisti del rinnovamento, del cambiamento che porteremo a Palazzo di Città per riportare Bisceglie in alto».

Questa sera, 2 maggio alle ore 19, presso la sede del comitato in via Aldo Moro 25, saranno presentati i candidati al Consiglio comunale Natale Abbascià e Vittorio Pappolla.

Natale Abbascià, 31 anni, militare dell’Esercito Italiano dal 2008, da febbraio lavora a Milano. È laureato in scienze motorie e in passato ha allenato la squadra allievi del Futbol Cinco Bisceglie.

Vittorio Pappolla è ingegnere civile, libero professionista con studio a Bisceglie dal 2004. Da tre anni è consulente di una società che offre soluzioni finanziarie a sostegno dell’edilizia e da 5 anni collabora attivamente allo sviluppo di una multinazionale che rilancia le attività e i consumi. «Sono ben lieto di portare la mia esperienza -dichiara Pappolla- le mie competenze e anche le mie idee per rilanciare lo sviluppo economico e sociale della mia città».