Quel 7 maggio 2017, Miale racconta la rimonta di 10 punti che portò alla serie C il Bisceglie Calcio

Se l’è ricordato solo Miale. Neanche noi. E forse nemmeno il più “sfegatato” dei tifosi neroazzurri che oggi è 7 maggio. Che, come un anno fa, il Bisceglie Calcio conquistò il ritorno in serie C, fra i professioni, nel grande mondo del calcio. Se l’è ricordato e ha utilizzato parole che toccano il cuore di ogni persona, Claudio Miale; parole che, mentre riportano indietro, nel tempo, di un anno, fanno rivivere  quei momenti, facendo toccare punte di lacrime con un dito.

«Ricordo ancora quando al 90esimo la Gelbison siglò il gol del pareggio: era il 12 febbraio 2017 la vetta era ormai distante 9 punti, praticamente da li’ a poco sarebbero stati 10 punti d distacco per via di un punto di penalizzazione per pendenze pregresse della stagione precedente. Mancavano 11 partite e tornammo tristi in quel di Bisceglie.
Quella settimana, per quanto mi riguarda, fu la più importante dell’ anno: il gruppo di noi giocatori inconsciamente stava per mollare; dieci punti in 11 partite erano davvero tanti!!!

Ma quello che ha fatto la gente in quella settimana e non solo e’ stato qualcosa di straordinario. Mi fermavano davanti all’asilo e tutti i giorni mi convincevano che eravamo i più forti e che ce la potevamo fare, in palestra dal lunedì mattina non facevano altro che incoraggiarmi a non mollare perché volere e’ potere. Al supermercato i dipendenti che seguivano la squadra non avevano che atti di stima nonostante l’obiettivo fosse davvero lontano, i tanti tifosi che incontravo per strada non facevano che incitarmi e incoraggiarmi per potér regalare un sogno alla città che mancava da tanti decenni, la dirigenza tutta non ha fatto altro che credere con i fatti e con le parole nel gruppo di Uomini e non solo di giocatori.

Da quella settimana eccezion fatta per il pareggio di Potenza le abbiamo vinte tutte , le più importanti al 90 esimo contro L’Herculaneum , contro la capolista fuori casa e a Nocera.
Tutto questo non sarebbe mai accaduto se non si fosse creato quel SENSO DI APPARTENZA che la comunità e la dirigenza biscegliese è riuscita a trasmetterci.

L’ abbiamo fatto in primis per noi stessi, questo è ovvio, ma anche per la gente di Bisceglie che nei momenti di difficoltà ci ha sempre rispettato , criticato positivamente e mai offeso perché in fondo eravamo semplicemente Uomini , UOMINI che mettevano il CUORE per la loro maglia.

Buon 7 maggio, Bisceglie!».

Claudio Miale

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Buone indicazioni per l’Iris dal torneo di Desio

Buone indicazioni in casa Ginnastica Ritmica Iris al termine del “Torneo Inizio Stagione” che ha avuto luogo lo scorso weekend al Pala Fitline di Desio. Nel variegato programma tecnico dell’evento, organizzato dalla San Giorgio 79 Desio, nella Categoria A Clara Digiorgio ha totalizzato un 27.150 al cerchio e 27.200 alle clavette, mentre alla palla è […]

Virtus Bisceglie immeritatamente eliminata dalla Coppa Puglia

È mancato quel pizzico di incisività in più che avrebbe potuto modificare il corso degli eventi. L’estromissione dalla Coppa Puglia è davvero molto amara per la Virtus Bisceglie, che non è andata oltre lo 0-0 nella gara di ritorno degli ottavi di finale con il Real Sannicandro. Sull’esito del match di mercoledì al “Di Liddo” […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: