Bisceglie Calcio, Angarano faccia da arbitro

Le sorti del Bisceglie Calcio restano ancora ignote. E Canonico ci sta mettendo del suo per farle rimanere tali. Intanto quello che si apprende lo si sa attraverso la sua pagina Facebook, per chi ancora può accederci, in quanto ha “bloccato” gran parte dei tifosi (agitati) della nostra città e quasi tutti i giornalisti, quelli scomodi soprattutto.

Sappiamo che venerdì scorso ha annunciato la sua volontà di partecipare alla cordata pro-Bari interessata ad acquisire il titolo di Serie D che la Federcalcio ha consegnato nelle mani del sindaco di Bari De Caro.

La sua volontà confermata di voler proseguire la sua esperienza calcistica alla guida della società biancorossa, colloca Canonico in una posizione di apparente sincerità, quando sostiene di voler cedere il titolo di Serie C che è appartenuto al Bisceglie. Ma a condizione, dice ribadendolo, che gli giunga un’offerta concreta.

Offerta che, invece, stando a quanto dichiarato nei giorni scorsi da Gianni Casella, anche a nome di altri dirigenti biscegliesi, sarebbe pronta in quanto pare esistere una cordata di imprenditori locali pronta a manifestare interessi all’acquisto dell’intero pacchetto azionario dell’A. S: Bisceglie srl.

Ma, allora, perchè non si conclude nulla? Perchè non ci si incontra? Viste le giravolte di Canonico e la sua fuga senza preavviso verso il lido barese, non potremmo che confidare sulla sincerità di quanto sostiene Casella e sulla “vaghezza” delle posizioni in cui si pone l’imprenditore di Palo.

Una soluzione che porterebbe a smascherare chi sta facendo il “gioco delle tre carte” e a continuare a mentire, potrebbe giungere dal Sindaco Angarano che potrebbe prendere di petto la situazione e fare da “arbitro” tra le due fazioni.

Come oggi pomeriggio ha scritto l’ex Sindaco Spina, intervenuto in questo dibattito «non bisogna aspettare lunedì. Angarano incontri congiuntamente Canonico e Casella, in rappresentanza della dirigenza locale, per capire chi bluffa. L’ho fatto io quando ero Sindaco, lo sta facendo De Caro a Bari. Il sindaco di una città deve difendere con i denti la storia sportiva della sua comunità !!! Non possiamo attendere inerti la fine di una storia ultracentenaria».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.