Fermo biologico, 50 chili di pesce sequestrato finisce in dono alla Caritas di Bisceglie

Non hanno rispettato il fermo biologico imposto per legge, e alcuni pescatori sono finiti nella “rete” della Polizia Marittima che ha condotto attività di monitoraggio lungo le coste nostrane insieme con gli uomini della Capitaneria di Porto di Barletta.

Il pescato, poco meno di cinquanta chili di pesce novellame, è stato posto sotto sequestro e, dopo una verifica circa la genuinità del pesce, è stato interamente donato alla Caritas diocesana di Bisceglie.

L’attività di controllo ha visto impegnati uomini e mezzi dipendenti dalla Capitaneria che ha consentito l’elevazione di verbali amministrativi per complessivi 11 mila euro, il sequestro di attrezzi da pesca professionali (rete a strascico) detenuti ed impiegati senza la prescritta autorizzazione/licenza di pesca.

(foto: livenetwork)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.