Consiglio Comunale, Capurso: «Insoddisfatti da come si gestisce l’igiene urbana»

«Nel consiglio comunale di ieri sera abbiamo ribadito alcuni punti fermi: la gestione del servizio di igiene urbana non ci soddisfa (e a quanto pare non soddisfa il paese, visto l’intervento di una anziana signora che, garbatamente, ha segnalato la presenza di enormi ratti in piazza Vittorio emanuele).

A dispetto di quanto ribadito dal sindaco, che ancora una volta ha parlato di sterpaglie bruciate nell’ agro e di città pulita e viva come non mai (sebbene per il primo anno Bisceglie non ha goduto di un programma/cartello dell’estate biscegliese), abbiamo chiesto aggiornamenti sui roghi in città e sui disservizi di questi giorni, primo fra tutti il costante abbandono di rifiuti in città.

La convocazione di un tavolo tecnico in materia esteso all’ opposizione, pur andando nella direzione auspicata di una apertura al dialogo, è però del tutto insoddisfacente: il posto deputato alla discussione delle tematiche che riguardano il paese è il consiglio comunale.

Non un tavolo a Palazzo tupputi che rischia di essere utile solo a scattare qualche altro selfie. Per questo abbiamo chiesto e continueremo ad invocare la convocazione di un consiglio comunale monotematico sul tema dei rifiuti per avviare una discussione sul punto, nella speranza che una volta per tutte venga applicato nel dettaglio il capitolato che ha permesso alla azienda di gestire il servizio.

I debiti fuori bilancio portati in consiglio ieri, poi, presentavano (soprattutto il primo) incongruenze, già rilevate in commissione bilancio, che imponevano un voto contrario del gruppo. Ogni debito fuori bilancio cela uno sperpero di danaro pubblico a danno della città per importi e costi che potevano essere ridiscussi. In un periodo in cui al pagamento delle imposte non corrisponde un ritorno adeguato non possiamo chiedere altri sforzi ai cittadini».

Lo dichiara il consigliere comunale dei Comunisti  Italiani, Enrico Capurso.

(foto: pugliareport)

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.