Ecco gli orari dell’Emporio eco-solidale della Caritas

Funziona a pieno regime l’emporio eco-solidale della Caritas Bisceglie sito nella struttura di Via prof. M. Terlizzi, accanto alla sede di Recuperiamoci. E, ci dice la coordinatrice dell’Emporio, Gabriella Sabetta, molti utenti si affacciano all’emporio dopo essere andati proprio ad approvvigionarsi di viveri presso Recuperiamoci.

Continua a leggere

Annunci

“Prossima fermata via Padova”: la storia di Grazia, migrante biscegliese trasferitasi a Milano

Il 900’ è stato un secolo molto significativo dal punto di vista storico del cambiamento e dell’evoluzione, tutti conosciamo bene la questione dell’immigrazione che ha riguardato quegli anni, perché quasi tutti noi abbiamo parenti che hanno raccontato le proprie esperienze di vita nei Paesi stranieri.

Continua a leggere

Spina: “Dal fondo delle nebbie…al porto delle nebbie”

«Come già detto nei giorni scorsi per la gestione del contenzioso comunale (Fondo Rischi Contenzioso ad oggi non ancora adottato), anche per la gestione della quota di partecipazione del Comune nella società Bisceglie Approdi Spa (che gestisce il porto) l’amministrazione Angarano adotta comportamenti strani e non certo trasparenti.

Continua a leggere

L’avvocato di origine biscegliese Paolo Regina pubblica il suo “giallo”: Morte di un antiquario

Che cosa distingue l’antiquario dal semplice collezionista? Il gusto della ricerca tra le cose dimenticate alla scoperta dell’oggetto unico e magari irripetibile, prezioso. Ma anche la suggestione per il mistero che avvolge gli oggetti perduti e poi ritrovati: da dove vengono, chi li ha posseduti, quanta passione o dolore hanno ‘visto’.

Testimoni muti delle vite passate, gli oggetti antichi attraversano il corso del tempo con il loro carico di segreti. Uber Montanari, tra tutti gli antiquari, è il più solitario, il più geloso delle scoperte che ha fatto, il più misterioso. Quando viene ritrovato cadavere nella sua bottega, a Ferrara, in molti si domandano quali tesori siano all’inizio della sua sventura. Gaetano De Nittis è un brillante capitano del Corpo più ‘odiato’ d’Italia: la Guardia di Finanza. D’origine pugliese, da poco trasferito a Ferrara, ama la buona cucina, cioè solo quella della sua terra, e odia l’agrodolce estense. Ha poco tempo libero e lo dedica tutto alla sua vera passione: la chitarra e lo stile blues del grande B.B. King, il suo idolo. È lui a scoprire, durante un’indagine di routine, il corpo di Montanari, l’antiquario dalla personalità ambigua, protetto da esponenti dell’alta borghesia ferrarese con cui aveva rapporti d’affari non sempre limpidi. Tra i molti segreti di questa vicenda, raccontata con calibrata maestria da Paolo Regina, il primo sta proprio nella vita dell’antiquario, coltissimo e misantropo, e nel suo insaziabile desiderio di collezionare opere d’arte proibite.

L’autore

L’avvocato Paolo Regina, originario di Bisceglie ha insegnato inoltre discipline economiche presso la facoltà di Lettere dell’Università di Ferrara, città dove vive. È anche docente di Comunicazione e public speaking in corsi per imprenditori e manager.

 

Forza Nuova: Ai consiglieri regionali pugliesi chiediamo legge contro l’iscrizione a logge massoniche

L’assise regionale siciliana , ha approvato una legge regionale che obbliga entro quarantacinque giorni dalla proclamazione degli eletti, di dichiarare la propria appartenenza o meno a logge massoniche; una legge che ha come primo firmatario ClaudIo Fava, personaggio che politicamente non è vicino a Foza Nuova, ma che alla luce di questa iniziativa va sicuramente apprezzato.

Continua a leggere