Soldi ai meno abbienti, Capurso (PdCi): ai poveri Angarano doni… il programma delle iniziative natizie

30 Novembre 2018 0 Di ladiretta1993

«Quando sono stato investito del ruolo di consigliere comunale devo ammettere mi aspettavo tutt’altro. Mi aspettavo che il dibattito tra maggioranza ed opposizione potesse talvolta indurre la prima a tornare sui suoi passi allargando il dialogo nel solo interesse della città.


E’ con questo spirito che ieri, dopo aver preso con il consigliere Russo informazioni dal Dirigente sulla fattibilità (non avremmo mai presentato richieste inammissibili per non essere tacciati di populismo), ho ritenuto che in un periodo storico come questo, in cui il Comune è affollato da cittadini indigenti che non hanno il tempo di attendere le lungaggini burocratiche del piano di zona (vedremo e faremo non sono risposte che possono essere date a chi non riesce a mettere un piatto di pasta sulla tavola), Bisceglie potesse lanciare un segnale dimezzando di un terzo (non azzerando!) le spese per le feste natalizie e destinando 25000 euro ai bisogni dei più poveri.
250 euro a famiglia avrebbero potuto alleggerire la vita di 100 famiglie, perchè no permettendo loro di organizzare un pranzo per natale tamponando almeno i bisogni primari.
L’ amministrazione avrebbe potuto pubblicare una anagrafe del bisogno utilizzando i certificati ISEE e le prime 100 famiglie (anche 200 dimezzando i buoni) potevano ottenere un sussidio.
Un provvedimento da prendere al volo e votare!
Confesso che mentre scrivevo di mio pugno l’emendamento, con l’aiuto di TUTTI i consiglieri di minoranza compatti (minoranza di qualità, che ha indicato per filo e per segno la procedura da seguire per l’assegnazione), ero felicissimo perchè sentivo che il ruolo di consigliere avrebbe portato a qualcosa di davvero utile. Così come ero felice quando il dirigente ha firmato l’emendamento dando il PARERE FAVOREVOLE. Lo stesso parere favorevole avevano dato i revisori dei conti!
E invece no! L’amministrazione Angarano prima si ritira per decidere (15 minuti su 25mila euro da dare alle famiglie più povere) e poi …. boccia la proposta con motivazione ovviamente del tutto pretestuose.
Che dire: nei prossimi giorni quindi quando nuovi cittadini tenderanno la mano in cerca di un aiuto immediato… donategli il programma delle iniziative natalizie!».

Lo scrive il consigliere comunale dei Comunisti Italiani, Enrico Capurso, all’indomani dell’infelice bocciatura da parte dell’amministrazione comunale dell’emendamento dell’opposizione a favore delle famiglie povere di Bisceglie.

Annunci