Topo nell’ospedale, il Dirigente Asl: «Ce l’ha messo qualcuno…»

L’episodio accaduto nei giorni scorsi nel reparto infettivi dell’Ospedale di Bisceglie, e balzato agli “onori” della cronata su tutti i media nazionali, ha spinto   la Asl Bt a divulgare un comunicato ufficiale su quanto accaduto.

La nota recita quanto segue. “Siamo immediatamente intervenuti e naturalmente abbiamo provveduto a igienizzare i luoghi, ma abbiamo già avviato una inchiesta interna per verificare quanto accaduto e nelle prossime ore inoltreremo anche un esposto in Procura”. Lo ribadisce anche Alessandro Delle Donne, direttore generale dell’azienda sanitaria”.

Per il dirigente però la circostanza è troppo strana e presenta degli aspetti da approfondire, dal momento che di recente c’erano stati dei lavori di ristrutturazione con tanto di installazione di impianti per evitare l’intrusione di volatili ed altri animali. Impianti che risultano ancora integri e funzionanti. Inoltre anche l’area verde che circonda l’ospedale di Bisceglie è stata oggetto di una riqualificazione solamente un mese fa. Insomma, per Delle Donne c’è sempre stata massima attenzione per quanto riguarda sicurezza ed igiene dei servizi da garantire ai pazienti. Per questo la comparsa improvvisa del topo appare tanto inaspettata quanto sospetta. “Ci scusiamo comunque con le persone che sono ricoverate presso l’ospedale e con i rispettivi familiari, nonché con gli operatori che lavorano in maniera esemplare. Indagheremo su questa vicenda e forniremo i dovuti risultati”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.