Falsi profili Facebook, Sindaco denuncia alla Polizia Postale. Era già successo alla consigliera Preziosa.

«Stamattina (ieri, ndr) sono stato alla Polizia di Stato – Polizia Postale per denunciare la creazione di pagine Facebook finalizzate a “clonare” il mio profilo. In attesa di opportuni approfondimenti». E’ quanto ha comunicato, a mezzo social, nella tarda serata di ieri, il primo cittadino di Bisceglie Angelantonio Angarano.

Come si ricorderà, il 27 aprile scorso in poche ore su Facebook si “spammarono” «post e commenti fuorvianti sulla nostra Città, persino ironizzando sui recenti fatti di cronaca». Così, alla promessa di denuncia da parte del Sindaco, sono seguiti i fatti. Ora spetterà agli Uomini della Postale indagare e risalire agli autori della creazione dei falsi profili social.

Analoga situazione, anzi forse più grave perchè aggravato da immagini e foto pornografiche, fu condotta il 26 gennaio del 2018 ai danni della consigliera comunale Giorgia Preziosa. La pagina Instagram, infatti, fu hackerata e “tappezzata” di video e foto porno.

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

L’annuncio di Emiliano: dal 2022 numero unico per le emergenze sarà “112”

“E’ stata una riunione che ha dato risultati molto importanti, entro i primi mesi del 2022 la Puglia metterà in esercizio il numero unico dell’emergenza urgenza”: lo ha annunciato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, al termine della riunione che si è svolta in Prefettura, a Bari, dedicata allo stato di attuazione delle attività […]

Covid, oggi sei vittime e 125 nuovi casi di contagio

Resta stabile in Puglia il tasso di positività che anche oggi si ferma allo 0,9%. Perché dei 13.458 test processati per accertare l’infezione da coronavirus, 125 hanno dato esito positivo. È la provincia Bari a registrare il numero più alto di nuovi malati covid rispetto a ieri: 29. Seguono le zone di Barletta – Andria – Trani […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: