Il Sindaco si taglia lo stipendio e dona un Parco Giochi alla città

Un parco giochi nella piazza principale di Bisceglie, un’oasi felice per far giocare in sicurezza i bambini. È l’idea del sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano, che ha donato le giostrine alla Città. “Avevo assunto l’impegno di tagliare parte della mia indennità e il nostro primo pensiero non poteva che andare ai più piccoli”, ha sottolineato il primo cittadino. “Nel bilancio di previsione, approvato ad aprile scorso, abbiamo inserito uno specifico capitolo ove far convogliare le risorse provenienti dalla riduzione degli stipendi. Per onorare la promessa anche per i mesi precedenti, abbiamo pensato a questo dono, colmando un’annosa lacuna che non vedeva alcun gioco per bambini nella piazza simbolo della nostra Città”.

Domani mattina, sabato 1° giugno, alle ore 10.30, in piazza Vittorio Emanuele II (nei pressi del monumento ai Caduti), l’inaugurazione dell’area giochi, in concomitanza con la parata dei bimbi nella manifestazione “Il tempo dei piccoli”, organizzata dal Sistema Garibaldi e dal Teatro Pubblico Pugliese, con il patrocinio del Comune di Bisceglie.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Quirinale, mons. Ricchiuti (Pax Christi): «Futuro Presidente richiami Parlamento a ripudio guerra»

Una figura che sia super partes rispetto ai partiti e che abbia un certo polso. Questo, secondo l’arcivescovo Giovanni Ricchiuti, presidente nazionale di ”Pax Christi” e vescovo della diocesi di Altamura, Gravina in Puglia e Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari, le caratteristiche che dovrebbe avere il prossimo presidente della Repubblica. ”Auspico – spiega […]

OvOZecchillo: passione, qualità e professionalità

Oggi vi raccontiamo la storia dell’azienda OvOZecchillo, una realtà presente ormai da decennio nel tessuto produttivo della nostra città. Da generazioni la Famiglia Zecchillo porta avanti la produzione di uova garantendo sempre i massimi standard qualitativi. Oggi, dopo anni di lavoro, Benito e il figlio Pasquale hanno preso completamente in mano le redini dell’azienda, guardando […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: