Contro “l’inerzia illegittima e inammissibile” del Prefetto. Nuovo ricorso al Tar delle opposizioni

Contro “l’inerzia illegittima e inammissibile” del Prefetto. Nuovo ricorso al Tar delle opposizioni

9 Gennaio 2020 0 Di ladiretta1993

Sulla questione del bilancio annullato, tutti aspettano un cenno dal Prefetto ma il Prefetto ancora non interviene. Né per decidere lo scioglimento del Consiglio comunale né per indicare la prosecuzione dell’attuale assetto politico-amministrativo del Comune di Bisceglie.

Le opposizioni allora incalzano e ricorrono nuovamente al Tar affinché l’atteso provvedimento del Prefetto, in un senso o nel’altro, ci sia. Nel ricorso viene ricordata la diffida dello stesso rappresentante territoriale del Governo nei confronti del Comune di Bisceglie inviata ad inizio aprile per approvare il bilancio entro 20 giorni, pena lo scioglimento del Consiglio comunale. Essendo stati annullati dalle sentenze della giustizia amministrativa tutti gli atti relativi al bilancio con effetto retroattivo, quel termine di 20 giorni è abbondantemente superato.

«Ad oggi, pur decorsi i trenta giorni di cui al termine per la conclusione del procedimento ex art. 2 comma 2 della l. 242/90 nulla è stato fatto dal Prefetto», si legge nel nuovo ricorso dove si sottolinea inoltre che il Prefetto «nulla ha provveduto continuando a mantenere un’inerzia illegittima ed inammissibile».