Coronavirus, M5S al Sindaco: “Cordone sanitario al Don Uva. Non c’è più tempo”

Non c’è più tempo da perdere. Dopo gli ulteriori 33 casi diagnosticati all’Opera Don Uva è arrivato il momento di agire con provvedimenti forti. Il Sindaco Angarano smetta di aspettare o semplicemente sollecitare le decisioni di altri enti e agisca.

Serve subito un’ordinanza sindacale che disponga tamponi a tappeto a tutti gli operatori sanitari e i pazienti del Don Uva e il conseguente isolamento fiduciario per i positivi. Altri sindaci in Italia stanno procedendo con ordinanze simili verso strutture sanitarie pubbliche, private e RSA. E le ordinanze contingibili e urgenti dei Sindaci, se non in contrasto con le disposizioni legislative sovraordinate, possono disporre in tal senso e in modo più restrittivo a tutela della salute pubblica. Aggiungiamo che il 3 aprile il Ministero della Salute ha emanato circolare in tal senso riguardante i tamponi per tutti gli operatori sanitari a rischio e i pazienti asintomatici fragili.

Questa ordinanza sindacale doveva arrivare già 3 settimane fa. Il cordone sanitario attorno al Don Uva era la scelta da fare o quantomeno intimare formalmente alla Asl e alla Regione già dopo i primissimi casi.

Se il Sindaco facesse funzionare il Centro Operativo Comunale di protezione civile come dovrebbe – e come il nostro Portavoce Enzo Amendolagine ha ribadito, senza risposta, in Consiglio Comunale l’altro giorno, rielencando le proposte operative dell’ esperto di protezione civile Vincenzo Arena – forse questa scelta gli sarebbe stata suggerita dalla Funzione Sanitaria del COC medesimo.

Ma se il COC non funziona al pieno del suo mandato istituzionale, che non è solo di mettere in campo lodevoli azioni di volontariato, almeno riprenda a funzionare il Sindaco che è insieme autorità locale sanitaria e prima autorità di protezione civile. Rischiamo di trasformare tutta Bisceglie in una zona rossa se non agiamo subito.

Siamo, come ribadito in ogni contesto e occasione, disponibili con tutte le nostre competenze e proposte a dare il nostro contributo per la gestione e il superamento dell’emergenza. Ma Angarano finalmente ci ascolti e agisca.

Nota congiunta dei Portavoce del MoVimento 5 Stelle
Giuseppe D’Ambrosio Portavoce alla Camera (in attesa di conferma)
Grazia Di Bari Portavoce alla regione Puglia
Enzo Amendolagine Portavoce al Comune di Bisceglie

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Scuola, Boccia: parole Valditara gravissime, no regionalizzazione della scuola e alzare tutti gli stipendi

“Sono gravissime le dichiarazioni del Ministro Valditara che, anziché affrontare problemi reali come la dispersione scolastica e il potenziamento della scuola, propone stipendi differenziati per i docenti, salvo poi, anche stavolta, rimangiarsi tutto dopo che la polemica è scoppiata. Le sue parole non mi stupiscono perché si legano naturalmente al tentativo di sempre del Presidente […]

Dalle estorsioni al caporalato, anche la Bat nella geografia criminale disegnata dall’Antimafia pugliese

Sacra Corona Unita, compagini baresi e mafie foggiane. Questo il quadro attuale della “geografia criminale pugliese” articolata in “tre macro-configurazioni criminali” e analizzata nella relazione sulla ‘Diffusione delle varie forme di criminalità organizzata nella Regione Puglia’, approvata dalla Commissione parlamentare Antimafia sul finire della scorsa legislatura e ora resa pubblica. La Sacra Corona Unita è […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: