Sinigaglia, dal “Calcio a 5” a prendersi cura delle nostre vite in Ospedale

“Ho cominciato questa passione/professione nel 1994 con il Bisceglie C5, spinto da una grande passione sportiva derivante dal mio passato di calciatore dilettante”. Così esordisce il biscegliese Gianni Sinigaglia, intervistato dai colleghi della testata Puglia5.

Tanti anni nel club presieduto da Alfonso Russo e guidato da Leopoldo Capurso, per poi fare altre esperienze con Nettuno, Futsal Bisceglie ed ora Bisceglie Femminile. Uno dei massaggiatori più longevi nella storia sportiva locale, che oggi si ritrova in prima linea nell’Ospedale di Bisceglie, a lavorare e assistere i casi positivi di Covid-19.

 

«Lavorando in un reparto particolare sto vivendo una realtà molto riversa dalla solita», racconta Sinigaglia. «I messaggi ricevuti dalle ragazze del Bisceglie Femminile e anche dalle altre che hanno fatto parte del club in passato, cosi come l’incitamento di parenti ed amici, mi spingono ad andare avanti e dare il massimo ogni giorno nella speranza di aiutare il maggior numero di pazienti a superare questo momento difficile e tornare a casa dai propri cari”.

E conclude lanciando un messaggio ai cittadini: «Ora dobbiamo rimanere a casa e tenere dura per vincere forse la partita più importante della nostra vita».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Bisceglie. Droga ed esplosivo in casa: arrestati madre e figlio

Avevano in casa cocaina e hashish, il materiale utile al confezionamento delle dosi di droga, 4mila euro in contanti e in banconote di piccolo taglio oltre a esplosivi sistemati in scatole di cartone nello scantinato. Per questo, una donna di 68 anni e suo figlio di 37 sono stati arrestati dai carabinieri a Bisceglie. Sono […]

Minacce a testimoni, condanne definitive per due ex pm Trani

Sono diventate definitive, dopo che la Cassazione ha rigettato i ricorsi della difesa, le condanne per due ex pm del Tribunale di Trani, Michele Ruggiero e Alessandro Pesce, rispettivamente alla pena di 6 mesi e a 4 mesi di reclusione per concorso in tentata violenza privata. Ora i due magistrati sono in servizio come sostituti […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: