Asl/BT. M5S scrive al direttore Delle Donne: “Quale futuro per l’ospedale di Bisceglie?”

“È necessario far ripartire subito i reparti no Covid dell’ospedale di Bisceglie che ad oggi sono ancora fermi, nonostante il numero dei contagi nella provincia Bat sia fortunatamente zero”, lo chiedono la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Grazia di Bari e il consigliere comunale di Bisceglie Enzo Amendolagine in una lettera inviata al direttore generale Asl/BT  Alessandro Delle Donne per capire quale sarà il futuro del presidio ospedaliero di Bisceglie.

“Il presidio ospedaliero di Bisceglie, Vittorio Emanuele ha assolto un compito fondamentale durante la pandemia da Covid -19 – spiegano i pentastellati – dimostrandosi un punto di accoglienza fondamentale per l’assistenza ai contagiati nella provincia Bat. Un supporto prezioso anche per alleggerire il lavoro delle Rsa di Canosa, Minervino e del Don Uva che hanno potuto contare sul personale medico e sanitario dell’ospedale. Ma oggi è necessario far ripartire i reparti no Covid. Per questo abbiamo chiesto al direttore generale Asl/BT  Alessandro Delle Donne quale sarà il futuro del nosocomio: quanti posti letto in terapia intensiva sono occupati da pazienti contagiati da Covid -19 e quale sia attualmente la situazione dei pazienti ricoverati nel reparto Covid dal 2 maggio ad oggi, tra positivi e negativizzati. Inoltre, vogliamo conoscere il motivo del mancato trasferimento nei reparti post-acuzie di Universo Salute o dell’ospedale di Canosa, per permettere la riconversione degli altri reparti. Sono tante le domande che non hanno ancora risposta: perché le unità operative del presidio ospedaliero sono ancora chiuse e quando rientrerà in servizio il personale ausiliario trasferito in altri presidi ospedalieri? Quando rientreranno gli infermieri messi in ferie obbligatorie e quando riprenderanno le prestazioni sanitarie sospese? I cittadini della provincia Bat hanno bisogno di sapere quando saranno attivati percorsi dedicati Covid e non Covid, per favorire la ripresa urgente delle attività ospedaliere e quando riprenderanno i lavori di riqualificazione del vecchio Pronto soccorso, dei locali dell’ex Cup e del laboratorio di analisi, sospesi da tre mesi. Domande finora rimaste senza risposta, ci auguriamo che il direttore generale Delle Donne possa il prima possibile dare le risposte che i cittadini della provincia Bat chiedono”.

Grazia Di Bari Portavoce alla Regione Puglia

Enzo Amendolagine Portavoce al Comune di Bisceglie

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Scuola, Boccia: parole Valditara gravissime, no regionalizzazione della scuola e alzare tutti gli stipendi

“Sono gravissime le dichiarazioni del Ministro Valditara che, anziché affrontare problemi reali come la dispersione scolastica e il potenziamento della scuola, propone stipendi differenziati per i docenti, salvo poi, anche stavolta, rimangiarsi tutto dopo che la polemica è scoppiata. Le sue parole non mi stupiscono perché si legano naturalmente al tentativo di sempre del Presidente […]

Amministrative, altri cinque anni con Angarano: domenica la presentazione ufficiale della sua candidatura

Domenica 29 gennaio alle ore 11 al Politeama Italia, in via Montello 2, il Sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano presenterà la sua ricandidatura, che vedrà come primo step quello delle primarie di coalizione fissate il prossimo 12 marzo. La Cittadinanza è invitata a partecipare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: