“Arginiamo gli sfratti per morosità”, il Sunia scrive alla Regione

“Arginiamo gli sfratti per morosità”, il Sunia scrive alla Regione

30 Giugno 2020 0 Di ladiretta1993

La Regione Puglia non ha adottato alcun provvedimento a favore delle famiglie in locazione privata che a seguito della emergenza covid-19 stanno avendo una forte riduzione di reddito. Inoltre non convoca una riunione per arginare gli sfratti per morosità che la proprietà si affretta a convalidare. La Giunta Regionale Pugliese ha approvato una delibera per aiutare le famiglie, che a seguito della emergenza sanitaria dovuta al COVID-19, si sono trovate in difficoltà a pagare il canone di locazione ed i servizi condominiali alle ARCA Pugliesi (ex IACP); nel giudicare positivo questo intervento rileviamo però che a favore degli inquilini con contratto privato non è stato adottato alcun intervento di aiuto economico. Non comprendiamo i motivi per cui la Regione non ha adottato alcun provvedimento a favore delle famiglie in locazione privata che pagano canoni i quali spesso superano il 50% del reddito. Altre regioni come la Campania, il Lazio, la Toscana, l’Emilia Romagna, la Lombardia, il Piemonte, il Veneto sono intervenute con interventi mirati di aiuto alle famiglie. In Puglia sono circa 250 mila le famiglie in locazione (Bari 40.000 – Lecce 7600 – Foggia 11.000 – Taranto 16.000). La regione Puglia continua a prestare scarsa attenzione ai problemi degli inquilini che hanno grande difficoltà a pagare l’affitto. Nonostante la crisi economica causata dalla pandemia, la Giunta Regionale ha ridotto il fondo regionale per l’integrazione del canone di locazione da 15 milioni a 12 milioni.

Il fondo di sostegno alle locazioni è stato insufficiente a soddisfare pienamente le oltre 40 mila domande pervenute con i bandi 2019. Ora prevediamo un numero maggiore di domande e la Regione riduce la sua quota di partecipazione. I sindacati sono molto preoccupati. L’impossibilità, per molte famiglie, a pagare il canone di locazione porterà i proprietari a chiedere al giudice la convalida dello sfratto per morosità. Alcuni Tribunali (Roma, Milano) hanno istituito apposita sezione per discutere degli sfratti per morosità e in quelle realtà la Regione ed i Comuni sono intervenuti a favori delle famiglie che a seguito dell’emergenza sanitaria sono cadute nella impossibilità di pagare l’affitto. SUNIA PUGLIA – Via Quintino Sella n.27, Bari – Tel. 0805235100 SICET PUGLIA – Via Giulio Petroni n.12, Bari – 0805968295 In Puglia l’assenza dei Comuni e della Regione negli interventi a favore delle famiglie in locazione porterà nei prossimi mesi ad un aumento di sfratti per morosità. Nel 2018 sono stati emessi in Puglia oltre 3000 sfratti per morosità. In questi giorni nei nostri uffici decine di famiglie in affitto ci chiedono consigli su come poter evitare lo sfratto per morosità. La Regione e i Comuni sono intervenuti nell’aiutare le famiglie con la spesa alimentare (a Bari 11 mila famiglie sono state aiutate), con l’acquisto del computer per far studiare i ragazzi; ma nessun intervento per la locazione. Ci chiediamo quindi con quali soldi il cassa integrato e/o il disoccupato pagherà il canone di locazione. Il SUNIA Puglia ed il SICET Puglia stimano che le famiglie in difficoltà con il canone di locazione sono oltre 80 mila, basti pensare che prima della crisi economica del 2008 in Puglia sono state presentate oltre 60 mila domande di integrazione di canone di locazione. Da oltre 8 mesi l’assessore non convoca la Cabina di regia regionale per il disagio abitativo. Nonostante i vari impegni assunti dall’Assessore, non vi è alcun confronto sullo stato della Agenzie regionali per la casa e l’abitare (ARCA). Ogni agenzia adotta provvedimenti diversi a volte non in linea con le indicazioni dell’Assessorato. Con la presente siamo quindi a chiedere di convocare una riunione per discutere:

– criteri e requisiti di accesso al fondo di sostegno all’affitto ex art. 11 legge 431/98 e morosità incolpevole;

– interventi regionali a favore delle famiglie in locazione che a seguito del COVID-19 sono in difficoltà a pagare il canone di locazione; semplificazione nell’utilizzo delle agevolazioni fiscali del Governo per il consolidamento statico e l’efficientamento energetico a cui possono accedere anche le ARCA con minimi investimenti:

– modalità di utilizzo delle risorse decise dalla giunta regionale con delibera n. 2419/2019:

– rendicontazione delle risorse regionali ex GESCAL e iniziative da intraprendere per rendere disponibili le risorse impegnate e ancora non spese;

– di quali progetti la regione intende presentare al bando nazionale del Ministero delle Infrastrutture denominato ”Programma innovativo nazionale per la qualità abitativa”. La regione può presentare 3 programmi ed è garantito che almeno uno venga finanziato con 15 milioni di euro. In attesa di un Vostro riscontro Vi significhiamo la nostra disponibilità e impegno per dare risposte alle famiglie in difficoltà economica o che abitano in case pubbliche non idonee per la scarsa manutenzione, nel dare un contributo allo sblocco degli investimenti da tempo bloccati per problemi burocratici presso le Arca Sunia Puglia.

Annunci