Ambulanti: concessioni rinnovate per 12 anni

Ambulanti: concessioni rinnovate per 12 anni

4 Luglio 2020 0 Di ladiretta1993

Sono passati 10 anni da quando all’orizzonte apparve quel mostro chiamato Direttiva Servizi poi meglio conosciuta come Direttiva Bolkestein che avrebbe voluto sottrarre forzatamente i diritti acquisiti dai quasi 200mila ambulanti d’Italia per metterli nelle mani delle multinazionali e di quanti si apprestavano, sotto mentite spoglie, a gestire privatamente le aree pubbliche nelle città.  Fra pochi mesi sarebbero scadute tutte le concessioni quindi oltre un milione di posteggi nei mercati italiani a rischio di cui oltre centomila nella sola Puglia.

Esulta uno dei protagonisti di questa dura battaglia. Uno dei combattenti che ha seguito tutte le fasi; che ha partecipato a tutte le manifestazioni sul territorio nazionale; che ha interloquito a tutti i livelli, locali, regionali, nazionali, governativi per scongiurare la catastrofe. Savino Montaruli di CasAmbulanti Italia è felice perché è stato approvato in Commissione Bilancio alla Camera l’emendamento che rinnova le concessioni in scadenza per 12 anni. Un risultato molto atteso perché davvero il rischio che le concessioni scadessero a fine anno senza essere rinnovate stava davvero diventando un pericolo reale. Il Sindacalista Montaruli ha dichiarato: “l’emendamento approvato in Commissione Bilancio alla Camera è il risultato di un percorso spesso silenzioso ma mai futile né inutile.

Anzi, i continui rapporti delle Associazioni Autonome Italiane della Rappresentanza di Settore hanno fatto si che si giungesse a questo risultato che lasciamo scritto nei testi di storia sindacale italiana. Siamo stati davvero una Squadra straordinaria ed insieme abbiamo combattuto per il risultato. Anche io, esattamente come ha fatto l’amica collega Alessia Salmoni, il cui impegno è stato fondamentale e strategicamente vincente, con la quale i contatti sono stati serrati ed intensi, desidero ringraziare chi è stato vicino alla categoria comprendendone lo stato di necessità e le difficoltà di vivere nell’incertezza. Abbiamo incontrato il Sottosegretario al Mise, Alessia Morani, con la quale abbiamo avuto un proficuo dialogo così come massimo è stato l’impegno dell’onorevole Massimiliano De Toma, fautore del Tavolo Governativo di cui io stesso ho fatto parte, e l’onorevole Luca Carabetta.

Innumerevoli sono stati gli incontri ai massimi livelli, come quello con il vice-Ministro dell’Economia e delle Finanze Antonio Misiani e i componenti delle varie ramificazioni istituzionali, anche pugliesi, che hanno contribuito al raggiungimento del risultato ottenuto. A parte i ringraziamenti istituzionali non possono mancare i ricordi di un percorso che ci ha visti mano nella mano, spesso in stato di sofferenza e di grande tensione per l’attesa. In questo caso mi piace ricordare pubblicamente l’amicizia che mi lega a persone straordinarie come Alessia Salmoni, Alfredo Patitucci, Alessio Pestelli, Andrea Seri, Stefano Aglietti, Vito Santini ma anche a tutti coloro che in questi dieci anni hanno sofferto per il bene della Categoria, a cominciare da Giancarlo Nardozzi del Goia fino a Claudio Venturini passando per tutti gli amici di Ana e delle altre Associazioni Autonome Italiane, con i quali mantengo rapporti di straordinaria stima. Dopo la storica battaglia contro la Bolkestein mai avremmo potuto pensare che ce ne sarebbe stata un’altra a seguire.

Quest’altra è stata quella del Covid-19, volgarmente detto Coronavirus. Purtroppo non è finita ancora e gli strascichi di quello che è accaduto in questi quattro mesi di fermo pressoché totale delle attività mercatali a causa del virus stanno pesando come macigni sul futuro della Categoria, oggi in lenta ripresa. Abbiamo combattuto e stiamo continuando a combattere anche contro questo nemico invisibile. Vorrà dire che siamo destinata ad una vita in battaglia e questo non può che farci onore” – ha concluso Montaruli di CasAmbulanti Italia.