Nomina Approdi, Spina: «Sono giorni che non mi vengono rilasciati gli atti»

Nomina Approdi, Spina: «Sono giorni che non mi vengono rilasciati gli atti»

16 Luglio 2020 0 Di ladiretta1993

«Non più disagio per l’illegalità tollerata dalle istituzioni, ma pena per un’Amministrazione che si rifugia nelle omissioni e nella paura!! Sono ormai 6 giorni che chiediamo il rispetto del diritto di visionare copia dell’atto di nomina dell’amministratore unico di Approdi e dell’istruttoria Anticorruzione che avrebbe dovuto precederla. Ancora oggi, Angarano non risponde e le carte non si trovano. Angarano, dopo le dichiarazioni bomba di Rossano Sasso in consiglio comunale, ha capito che ha sbagliato nel fare la nomina, violando forse le norme sull’anticorruzione. L’ing. Rutigliani risulterebbe essere in potenziale incompatibilità e la nomina potrebbe costituire un vero e proprio illecito per Angarano. Per molto meno, lo stesso presidente della regione Emiliano (per diretta esperienza) è’ stato oggetto di molteplici inchieste e articoli de La gazzetta del mezzogiorno e delle maggiori testate nazionali per alcune nomine. Rutigliani è, peraltro, in conflitto di interessi con il Comune di Bisceglie per un contenzioso e per l’incarico di direttore dei lavori (ruolo istituzionale) dell’area mercatale comunale.

Se Angarano lo avesse nominato senza un preventivo accertamento, che peraltro non vi è’ stato o non risulta nel decreto di nomina, avrebbe commesso un altro atto illegittimo che, se qualcuno ascoltasse la registrazione del consiglio comunale, non avrebbe difficoltà a qualificare e a capirne la “ratio”. Non si ricorda nella storia bisceglie un’amninistrazione così disinvolta nel non rispettare leggi e procedure e nell’applicare il manuale “Cencelli” trascurando titoli e diritti. Ma la cosa più penosa è vedere un Sindaco atterrito dal mostrare e pubblicare gli atti che firma. Per una questione di trasparenza, preferivamo, certamente, anche se a nostro danno, gli articoli degli opinionisti nazionali che si occupavano dell’ex sindaco Spina se passava col rosso per errore, piuttosto che l’atteggiamento omertoso di un apparato comunale che nasconde le carte e omette di adempiere agli obblighi di legge (gli atti comunali devono essere consegnati immediatamente ai consiglieri comunali) per terrore di essere colti con “le mani nella marmellata”. Speriamo che, se l’omissione sia dovuta alla necessità di “aggiustare le carte”, queste vengano “aggiustate per bene”. Perché, se domani non saranno pronte e pubbliche come prevede la legge, SAREMO Costretti A CHIEDERE L’intervento delle forze dell’ordine!».

E’ quanto scrive il consigliere comunale Francesco Spina sulla sua pagina Facebook.