Dal Comune un questionario per verificare gli effetti di genere dell’emergenza Covid

Un questionario per verificare gli effetti in termini di genere dell’emergenza Covid, specialmente durante il lockdown. È l’iniziativa della Commissione Pari Opportunità del Comune di Bisceglie in sintonia con l’Amministrazione Comunale. L’obiettivo è innanzitutto fare uno studio e, se necessario, mappare lo stato di bisogno per pianificare interventi.

“Nel periodo in cui siamo stati fisicamente lontani, come componenti della Commissione Pari Opportunità del Comune di Bisceglie, abbiamo continuato a confrontarci sui temi della parità di genere e abbiamo pensato di stilare un questionario per non disperdere l’enorme bagaglio di emozioni ed esperienze a cui, nel bene e nel male, la quarantena ci ha costretti”, ha spiegato Lia Storelli, presidente della Commissione Pari Opportunità. “Il questionario si compone di una serie di domande che prendono in considerazione non solo gli aspetti strettamente legati alle situazioni lavorative di ognuno di noi, per valutare se ci sia stata una disparità di ripercussioni tra gli uomini e le donne, ma anche capire se, psicologicamente, la quarantena abbia influito in maniera uguale su tutti, indipendentemente dal genere. Le ultime domande invece saranno aperte per valutare non soltanto le criticità, ma anche le prospettive che cittadine e cittadini hanno riguardo al futuro. Il modulo è stato veicolato attraverso i social (Facebook e Whatsapp) e può essere compilato anonimamente”, ha concluso Lia Storelli.

“L’emergenza sanitaria si è presto trasformata in emergenza sociale”, ha sottolineato Roberta Rigante, assessore alle politiche sociali del Comune di Bisceglie. “L’idea è quella di verificare se le misure restrittive conseguenti l’emergenza Covid abbiano colpito in misura diversa i generi, ad esempio con riferimento al lavoro o agli oneri familiari (si pensi, fra tutti, alla assistenza dei figli nella didattica a distanza). Una indagine non fine a sé stessa ma i cui risultati potranno orientare le future azioni della Commissione e del Comune al fine di rimuovere discriminazioni e disparità che il lockdown potrebbe aver determinato o accentuato. L’invito è quindi di partecipare al sondaggio collaborando così con la Commissione Pari Opportunità e con il Comune di Bisceglie”, ha concluso l’assessore Rigante.

È possibile compilare il questionario al seguente link: https://docs.google.com/forms/d/1UYpbHVqQtog1-hTC9ihmnLLqBU9cdI3uIz4RE3FinRI/edit

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Ripristinare la storica via Giudea, noto quartiere ebraico biscegliese

Il Movimento Bisceglie Illuminata e l’associazione “Come una volta”, in occasione della Giornata internazionale della Memoria sollecitano l’amministrazione comunale e la commissione toponomastica a ripristinare la storica via Giudea, noto quartiere ebraico biscegliese, che a causa delle leggi razziali, nel 1941 fu rinominata strada Tevere. La strada ripercorre storie di uomini e di donne che componevano il […]

Graziani e Simone nominati da Pisicchio coordinatori cittadini di “Senso Civico”

In data odierna, il rappresentante regionale di “SENSO CIVICO” ALFONSO PISICCHIO ha nominato i coordinatori cittadini di Bisceglie nelle persone della dott.Ssa Alessandra Graziani e del dott. Gaetano Simone. “Senso Civico” rappresenta una delle liste civiche regionali più rappresentative della coalizione che ha sostenuto l’elezione a presidente della Regione Puglia di Michele Emiliano. Con la […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: