Regione conferma StartNet per occupazione giovanile

La Regione Puglia aderisce a StartNet II: e’ stato firmato oggi a Roma, dall’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Sebastiano Leo, l’accordo per il rinnovo – per altri tre anni – della piattaforma che promuove l’orientamento dei ragazzi nelle scuole e l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. Una rete di partnership cui aderisce lo stesso Ministero dell’Istruzione, finanziata dal Goethe Institut e dalla Fondazione Mercator.

L’obiettivo e’ il supporto alla cosiddetta generazione “Neet”, i giovani che non studiano e non lavorano, e che in Italia – secondo gli ultimi dati Istat – sono due milioni. StartNet intende contrastare la disoccupazione giovanile attraverso il monitoraggio delle reali esigenze in Puglia e Basilicata, ridurre la distanza tra la formazione e il lavoro valorizzando risorse e potenzialità dei due territori regionali, rafforzare il confronto con altre esperienze regionali europee sull’istruzione, la formazione e l’equo accesso al lavoro. “Questo primo esperimento – sottolinea l’assessore Leo – è risultato una tappa importante nella formazione dei giovani pugliesi. Ma il percorso e’ ancora lungo. C’e’ tanto da fare in termini di formazione e sostegno per l’acquisizione delle competenze necessarie”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Emergenza alimentare, Spina: «Escluse molte famiglie bisognose»

«Si corregga il bando per l’emergenza alimentare e si tutelino le persone più fragili senza dare priorità a chi risulta detentore di regolare contratto di locazione o mutuatario con garanzie economiche più solide. Nei giorni di festa viene spontaneo il pensiero a coloro che si trovano in situazioni di difficoltà. Almeno quelle di natura economica […]

Elezioni Regionali, altro colpo di scena: il Consiglio di Stato congela la surroga dei nuovi eletti

Il Consiglio di Stato ha sospeso l’efficacia dei provvedimenti con i quali il 1 dicembre scorso, a un anno dalle elezioni regionali in Puglia, il Tar aveva ridisegnato il Consiglio regionale, stabilendo che al posto di Mario Pendinelli (Popolari con Emiliano) e Peppino Longo (Con), sarebbero entrati in Consiglio Antonio Paolo Scalera (La Puglia Domani) […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: