FdI: Regione intervenga su commercio ambulante e giostrai

“Era prevedibile che la proroga al 15 ottobre dello stato di emergenza, voluto dal Governo e su cui Fratelli d’Italia si è fermamente opposta, avrebbe impattato duramente sulle scelte dei sindaci di consentire l’apertura, seppur in sicurezza, durante le fiere e le sagre delle bancarelle degli ambulanti. Parliamo di migliaia di famiglie che in Puglia vivono solo di questo lavoro e non possono permettersi di proseguire questa sospensione delle attività per altre settimane. La lunga chiusura delle loro attività ha già fortemente messo a dura prova la loro situazione economica. Seppur con l’ordinanza 278 la Regione Puglia ha autorizzato la ripartenza di sagre e fiere di fatto la proroga dello stato di emergenza e la secretazione da parte del governo degli atti del comitato scientifico, in base ai quali sono stati adottati i dpcm per far fronte all’emergenza, hanno prodotto una cautela, forse eccessiva, da parte dei sindaci. Ma questo atteggiamento è comprensibile, visto che è l’autorità sanitaria locale, con tutte le responsabilità che ne derivano, competente sulla tutela della salute dei propri cittadini. Resta però il problema economico e sociale. Ci auguriamo che tutti gli operatori del commercio ambulante e i giostrai, già duramente provati dal lockdown, possano tornare nel brevissimo tempo al proprio lavoro. Però è indispensabile che nel frattempo la Regione intervenga immediatamente nei loro confronti con sostegni al reddito. La dignità di questi cittadini, laboriosi e indispensabile per il turismo e il Pil pugliese deve essere tutelata”.

Lo dichiarano in una nota congiunta i dirigenti nazionali di Fratelli d’Italia, on. Marcello Gemmato, Commissario regionale di FdI e Lino Ricchiuti, viceresponsabile nazionale Imprese e mondi produttivi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Boccia telefona a mons. Ricchiuti, battaglia comune è salvaguardare le vite e proteggere la salute

Il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, ha avuto nel pomeriggio una lunga telefonata con mons. Ricchiuti per scongiurare che, parole pronunciate durante una riunione interna con i Presidenti di Regione, possano alimentare polemiche sterili su fantomatici orari delle messe di Natale. “Siamo nel pieno della seconda ondata della pandemia, viaggiamo […]

Amendolagine (M5S): «Invece di pensare alla nascita di Gesù Bambino preoccupatevi del problema dei tamponi»

«Dopo aver provveduto ad anticipare la nascita del Bambin Gesù di un paio di ore, ora programmiamo l’anticipo della resurrezione di qualche giorno, così per Pasqua avremmo risolto questo grande dilemma! E intanto c’è ancora chi da giorni attende il tampone, chi, essendo positivo, non è stato ancora contattato per segnalare i contatti stretti, chi […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: