Bisceglie Calcio: il nuovo organigramma? Solo biscegliesi

Bisceglie Calcio: il nuovo organigramma? Solo biscegliesi

7 Agosto 2020 0 Di Mino Dell'Orco

A distanza di nove anni il Bisceglie ritornerà, con certezza pressoché assoluta, ad esprimere un presidente locale. E’ la prima, immediata considerazione alla notizia del trasferimento delle quote societarie fra l’ormai ex patron Nicola Canonico ed il gruppo di imprenditori capeggiati da Vincenzo Racanati, ratificato mercoledì sera presso uno studio notarile di Molfetta alla presenza, tra gli altri, del noto commercialista Leo Logoluso e di Silvestro Carbotti (amministratore delegato uscente della società nerazzurra). Tale cordata ha costituito la “Bisceglie 1913 srl” ed annovera al momento otto soci (oltre a Racanati, nell’elenco figurano i nomi di Vito D’Addato, Francesco D’Azzeo, Franco De Martino, Damiano Loprieno, Giuliano Mastrototaro, Gianni Porcelli e Giovanni Somma), unitamente al pieno sostegno di Gianni Casella, Andrea Di Buduo e Vito Pellegrini.

“Con l’acquisizione totale delle quote e del titolo possiamo ritenere terminata l’epoca Canonico a Bisceglie, ma non c’è nulla da festeggiare – sottolinea Racanati – . La mia iniziativa di iscrivere la squadra alla serie D è stata accolta e condivisa da diversi amici imprenditori, tuttavia presuppone una più ampia partecipazione della città, a cominciare dalle istituzioni politiche e dai tifosi stessi. Se non dovessero affiancarsi a noi altri soggetti, questo progetto rischierebbe di arenarsi. Lo ribadisco a nome e per conto non personale, ma di tutti i soci. Non dimentichiamo che persiste una situazione debitoria da ripianare, i prossimi giorni saranno cruciali per un ulteriore allargamento della base. Ora non ci sono più alibi per nessuno, chi davvero vuol bene al Bisceglie deve farsi avanti. Il nuovo presidente? Non è automatico che lo faccia io. L’eventuale domanda di riammissione alla serie C ed il programma tecnico per la prossima stagione saranno logicamente condizionati dal budget a disposizione”.

Infine passa tutt’altro che inosservata la presenza nell’organigramma di Vito D’Addato, a tutt’oggi vicepresidente dell’Unione Calcio. Il suo coinvolgimento rappresenta il preludio ad una proficua collaborazione tra le due realtà che, per quanto attiene la stagione alle porte, dovrebbe sostanziarsi nella creazione di un unico settore giovanile sotto le insegne del Bisceglie Calcio.

Mino Dell’Orco