Spari sulla litoranea, il Sindaco Angarano: “Gratitudine all’Arma dei Carabinieri”

Spari sulla litoranea, il Sindaco Angarano: “Gratitudine all’Arma dei Carabinieri”

10 Agosto 2020 0 Di ladiretta1993

“Esprimiamo gratitudine all’Arma dei Carabinieri per il brillante operato che ha consentito di far luce in pochissimo tempo sulla vicenda dei colpi esplosi in aria con un’arma clandestina nello scorso weekend, sulla litoranea di ponente. Il fatto che il territorio fosse opportunamente presidiato dalle forze dell’ordine e che sul posto siano accorsi rapidamente rinforzi deputati alle attività di indagine dà sicurezza alla Cittadinanza e conferma l’attenzione che la Prefettura di Barletta Andria Trani e le Autorità preposte, in virtù di un costante e proficuo raccordo istituzionale, stanno riponendo sulla nostra Città e sul territorio.

Lo dimostra, per esempio, la firma del Patto per la Sicurezza con il Prefetto Valiante e il Viceministro dell’interno, Sen. Vito Crimi, avvenuta la scorsa settimana. Così come la risposta dell’Arma e della Magistratura, efficace e tempestiva, al brutale pestaggio avvenuto in piazza non molto tempo fa ad opera di adolescenti. Contestualmente mi sento di rivolgere un appello ai nostri giovani: divertitevi, è giusto che lo facciate, ma in maniera sana, senza mettere in pericolo voi stessi e gli altri, scegliendo di stare sempre dalla parte del rispetto delle regole. Anche se in giro ci possono essere modelli sbagliati, dobbiamo farci trovare preparati e consapevoli sul fatto che la violenza, la prevaricazione non sono accettabili. I gesti di grande coraggio, altruismo e generosità di cinque giovani a cui abbiamo attribuito un encomio il mese scorso per aver messo in pericolo le proprie vite per aiutare chi era in difficoltà ci spingono ad essere orgogliosi dei nostri ragazzi che dimostrano di avere ben presente la strada da seguire, quella dei valori e dei principi sani. Sono questi i modelli da seguire. Possiamo e dobbiamo. Per una società migliore”. Lo dichiara il sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano.