Il Governo decide la chiusura di tutte le discoteche d’Italia

Stop alle attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso. E’ quanto prevede l’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, al termine della riunione insieme ai colleghi Francesco Boccia e Stefano Patuanelli in videoconferenza con i governatori regionali dopo l’aumento dei contagi. Il divieto scatta da domani e sino all’adozione di un successivo decreto del presidente del Consiglio dei Ministri e comunque non oltre il 7 settembre. Non sono ammesse deroghe regionali alla normativa: le disposizioni dell’ordinanza, infatti, “si applicano alle Regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e di Bolzano compatibilmente con i rispettivi statuti e le relative norme di attuazione”.

Viene anche stabilita una nuova stretta sull’uso della mascherina: “e’ fatto obbligo dalle ore 18.00 alle ore 06.00 sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) ove per le caratteristiche fisiche sia piu’ agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale”. Il governo, secondo quanto si apprende, stanzierà dei fondi a sostegno delle attività interessate.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Addio a Carlo Di Liddo, fu assessore comunale

Scompare Carlo Di Liddo ex commerciante e assessore comunale con incarico alla Nettezza Urbana, alla Pubblica Sicurezza e al Commercio negli anni ’90. Politicamente fu nella Giunta a guida dell’ex Sindaco Franco Contò, e militante nella Democrazia Cristiana. Lascia la moglie Angela Maria di Molfetta e tre figli Rossella,Piero e Tiziana. I funerali si svolgeranno […]

Pretendono soldi per restituire auto rubata a Bisceglie, arrestate due persone di Andria

Due uomini di Andria, entrambi con vari precedenti penali, sono stati arrestati dai carabinieri del comando provinciale di Barletta Andria Trani con l’accusa di estorsione, per aver preteso soldi per restituire un’auto rubata a maggio del 2020 ad un anziano di Bisceglie. Per l’estorsione, con la cosiddetta modalità del cavallo di ritorno, era già stato […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: