Maggialetti (DF discoteca): “Noi considerati unico male, vergognatevi!”

Maggialetti (DF discoteca): “Noi considerati unico male, vergognatevi!”

17 Agosto 2020 0 Di ladiretta1993

Non si è fatta attendere la reazione del patron dell’ex Divinæ Follie, Roberto Maggialetti, al decreto che sancisce la chiusura delle discoteche per limitare a diffusione del Covid-19. Di seguito il testo del suo intervento sui social.

«Discoteche chiuse !!!!!
Beh, ora saranno contenti tutti i buonisti italiani, tutti quelli che considerano le discoteche, come unico male del Bel Paese, come se, il covid 19 fosse stato creato dalle discoteche.

Beh, ora, parlo a tutti quelli che stanno gioendo del nuovo decreto nazionale che, di fatto, chiude tutte le discoteche in Italia, come se, il virus si diffondesse solo in tali attività ma, di fatto, ad oggi, non ci sono casi di contagi certificati, avvenuti all’interno di discoteche . Le discoteche sono gli unici “contenitori” dove poter, seriamente, controllare quello che avviene, grazie alla misurazione della temperatura, all’elenco dei fruitori che frequentano i locali, il rispetto dell’obbligo delle mascherine e i numeri di clienti che possono accedere contingentati come da ultime disposizioni .

Da oggi, invece, ci ritroveremo con migliaia di giovani che si riverseranno sulle spiagge, in feste abusive, nelle piazze, molti piu giovani che partiranno fuori dall’Italia pur di trovare il divertimento sperato ma lì, no, lì, il covid non c’è.
Da oggi, migliaia di persone hanno perso un lavoro, un lavoro che avevano riacquistato, solo, da poco più di un mese. Si, perché, per chi non lo sapesse, le discoteche sono delle aziende, come tante altre, dove ci lavorano migliaia di persone, che, oggi, non sanno che destino aspetta loro. Vorrei che tutti i buonisti italiani, tutti i laureati di Facebook e tutti coloro che non hanno sulle spalle oltre 100 dipendenti, provassero quello che si prova nel perdere il proprio lavoro, non per colpa propria, ma per una colpa altrui.

Si richiama alla salute pubblica senza alcuna evidenza scientifica.
Un decreto che genera un oggettivo stato di concorrenza sleale.
Ora, parlano di ristoro per le aziende che chiuderanno…ma siamo su scherzi a parte???!!! Le ns attività furono le prime a chiudere, a fine febbraio, in autotutela prima che arrivasse il decreto di chiusura; questo, perché, la ns categoria è fatta di gente coscienziosa; oggi, ci chiude il Governo!

Tante aziende hanno già dovuto chiudere e, sicuramente, ne seguiranno altre, ma, per il Governo, l’unico problema sono le discoteche. VERGOGNATEVI !!!!!»