Ecco i vincitori del concorso di arti visive di Aido e Laboratorio Urbano Tupputi

Ecco i vincitori del concorso di arti visive di Aido e Laboratorio Urbano Tupputi

24 Agosto 2020 0 Di ladiretta1993

Una cerimonia sobria, piacevole e all’insegna di tutte le arti si è svolta sabato 22 agosto scorso nella caratteristica Piazzetta Tre Santi a conclusione del concorso  che, per un mese, ha visto esposte nelle vetrine di Via Moro e Via XXIV maggio 35 opere di venti artisti  partecipanti al concorso di arti visive indetto dall’AIDO con la collaborazione del Laboratorio Urbano Tupputi, per la parte tecnica.

La sapiente regia della dinamica Daniela Rubini, anche presentatrice della serata, ha tenuto in sospeso per quasi due ore i presenti: le nuove misure anticovid, imposte dal dott. De Trizio della Protezione Civile,  ha costretto gli organizzatori a rifiutare molte prenotazioni per timore di sospensione della cerimonia causa assembramenti.

L’apertura della serata è stata affidata alla maestria del tastierista Roberto Fasciano e della giovanissima ma promettente violinista Claudia Fasciano che hanno scelto Offenbach, Agrell, Moszkowski, Dvorak e Elgar per alternare la recitazione di poesie sul tema donazione declamate da Demetrio Rigante, Natale Buonarrota, Nicola Ambrosino e Pasquale Consiglio: i nostri poeti hanno mostrato con i loro testi e con l’offerta di copie dei loro libri, premi per i vincitori, la loro grande generosità e l’adesione al tema della solidarietà .

A Nunzia Antonino è spettato il compito di introdurre la serata: ancora una volta la calda voce della nota attrice biscegliese è riuscita ad affascinare gli spettatori su un tema “ostico” quale la donazione degli organi; l’artista ha scelto un brano del filosofo Galimberti sui dubbi e le remore psicologiche sottese alla decisione di sottoscrivere la volontà di donare e ha concluso con i versi di Brecht di invito ad impegnarsi personalmente per dare un senso alla propria vita e rendere la società aperta all’amore: così, affidandosi ad autorevoli scrittori, ha offerto alla Presidente AIDO Bisceglie Marisa Cioce ed al Direttore del Laboratorio Urbano Tupputi Antonio Musci il “la” per i loro interventi sulle finalità delle due associazioni ed i criteri della scelta dei vincitori, nonché l’invito a farsi volontari dell’AIDO.

Nel suo saluto il sindaco Angelantonio Angarano, accompagnato dall’assessora Loredana Acquaviva, che hanno, a fine serata, consegnato i premi ai vincitori del primo e secondo posto delle quattro categorie in concorso,  ha sottolineato tra l’altro come abbia potuto constatare la generosità dei Biscegliesi a “donare” per aiutare i cittadini più in difficoltà proprio nel periodo di lockdown.

La storica dell’arte Margherita Pasquale, attingendo alla sua vasta cultura, ha fatto riferimento a testi di letteratura e ad opere pittoriche, presenti a Bisceglie e in Italia, per dissertare sul tema della donazione: è stato ristretto a quindici/ venti minuti il suo intervento, per non fare attendere molto la proclamazione dei vincitori, ma tutti  i presenti l’avrebbero ascoltata volentieri ancora più a lungo.

Ed eccoli i vincitori, con la motivazione espressa dalla giuria di esperti, Antonio Musci, Domenico Velletri, Alessandro De Leo e Davide Sette ai vincitori del primo premio:

PREMIO PITTURA

1 premio: ALESSIA ARUANNO con l’opera “il filo della speranza”

2 premio: BARBARA SIMONE con l’opera “Paradase”

3 premio: SIMONETTA SQUICCIMARRO con l’opera “Il dono”

MOTIVAZIONE DEL 1 PREMIO:

Alessia ha vinto il primo premio per aver saputo coniugare un linguaggio originale ed innovativo ad un’ottima tecnica nell’esecuzione dell’opera.

PREMIO FOTOGRAFIA

1 premio: LILIANA SALERNO con l’opera “Fertilità”

2 premio: STEFANIA MARZOCCA con l’opera “L’essenzialità nel bene”

3 premio: LUCIANA BELSITO con  l’opera “Tak Bat = Dare e ricevere”

MOTIVAZIONE DEL 1 PREMIO

Liliana ha vinto il primo premio per il coraggio di uno sguardo non convenzionale su un tema delicato quale la donazione di organi.

PREMIO DISEGNO E GRAFICA DIGITALE

1 premio: BRUNA VALENTE con l’opera “Con il cuore in mano”

2 premio: Leonardo Pinnelli con l’opera “Volti e risVolti”

3 premio: VITANTONIO STEFANACHI con l’opera “Viso di donna”

MOTIVAZIONE DEL 1 PREMIO

Bruna ha vinto il primo premio per la versatilità nel sapiente utilizzo di tecniche differenti (dal disegno all’illustrazione digitale) nonostante la sua giovane età.

UNA MENZIONE SPECIALE  alla più piccola dei partecipanti ANTONELLA ABASCIA’, di otto anni,  che ha voluto manifestare con un disegno il proprio sentire in tema di donazione.

PREMIO SCULTURA

ANGELO PASCULLI per l’opera “Pasku”

Angelo ha vito il premio per la capacità di far tesoro di un materiale naturale donato dal mare riutilizzandolo in maniera originale e coniugando arte e design.

Tre dei vincitori del primo premio, Alessia, Bruna ed Angelo, sono giovanissimi, non ancora diciottenni. La giuria non conosceva la loro età al momento della valutazione: è stata loro riferita a fine opera. Ma è stato bello constatare come “piccoli artisti crescono” nella nostra cittadina.

Tutti i concorrenti hanno ricevuto l’attestato di partecipazione ed un libro di autori biscegliesi.

Nel corso della serata le giovanissime hostess hanno distribuito a 30 presenti un foglio per una votazione della “giuria popolare”, formata da non concorrenti.

E’ stato bello constatare come per una sola opera i “giudici popolari” si sono discostati dalla giuria tecnica votando anche un’opera di Angela Povia.