Marco D’Amore e Benedetta Porcaroli premiati al Bifest2020

Si è aperta nel Multicinema Galleria di Bari, per il Festival Mario Monicelli, la settima giornata, venerdì 28 agosto, del Bifest 2020. Di scena è stata la proiezione di Un borghese piccolo piccolo del 1977 con Alberto Sordi, Shelley Winters, Vincenzo Crocitti e Romolo Valli. A seguire, dalle ore 19:00, l’attenzione si è spostata su Nuclear, presso il teatro Piccinni. Si tratta di una pellicola internazionale, thriller soprannaturale ambientato in un piccolo villaggio all’ombra di una centrale nucleare, in cui una famiglia tossica con un passato esplosivo deve affrontare i fantasmi che minacciano il suo futuro. Per Nuclear sono stati presenti la regista Catherine Linstrum insieme allo sceneggiatore David-John Newman.

Contestualmente, presso il teatro Margherita dalle 19:00, è stato presentato il libro Alberto Sordi di Alberto Anile che ha visto la partecipazione di David Grieco e Marco Spagnoli. Il libro scritto per la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia e le Edizioni Sabinae, costituisce una biografia per tappe che è anche la riconsiderazione di un genio, delle sue bugie e delle sue verità. È un volume in larga parte basato sul Fondo personale dell’attore, ricco di documenti inediti e immagini mai viste, un evento editoriale degno del centenario della sua nascita.

Dalle 20:00, invece, all’arena del Castello Svevo è stato proiettato il film L’immortale di Marco D’Amore. Ambientato nel 1980, racconta la vicenda di un neonato sopravvissuto al terremoto: il suo nome è Ciro Di Marzio. Dalla Napoli degli anni ‘80 a un passato recente, il film si dipana tra le origini e la formazione di uno dei personaggi più amati di Gomorra – la serie. Dall’infanzia per strada al contrabbando, dai primi furti ai morti ammazzati: tutto per sopravvivere a un mondo dove l’immortalità in fondo è solo una condanna.

 

Il regista e protagonista Marco D’Amore è stato insignito in arena Piazza Prefettura del Premio Ettore Scola. Tra gli altri nomi di prestigio premiati durante la serata, in più, si riscontrano quelli di Nicola Maccanico – CEO Vision Distribution riconosciuto con il Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence; l’attrice Benedetta Porcaroli con il Premio Nuovo IMAIE per l’attrice rivelazione di 18 regali di Francesco Amato; e Marco Bellocchio, sebbene quest’ultimo non in presenza, con il Premio Mario Monicelli per il miglior regista. Presente alla cerimonia anche Ina Weisse, regista del film The Auditon (Das Vorspiel).

Dalle 22:30 al Piccinni è stata in programma la proiezione del concerto di Lina Sastri registrato al Teatro Petruzzelli per il Bifest ed. 2019.

 

Francesco Sinigaglia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

UN MONDO (poco) ORDINARIO per i Monarchs

Una band emergente D.O.C che si affaccia nel panorama musicale pugliese, i Monarchs, gruppo pop-punk/pop-rock formatosi nel 2016 a Bisceglie. La formazione è composta da 3 elementi: Marco Mastropierro alla voce e chitarra elettrica (18 anni, bisceglie),  Davide Capuozzo al basso (23anni, bisceglie) e Fabrizio de Gioia alla batteria (20 anni, bisceglie). Nella loro ancora […]

Nimie (Marisa Attolini) canta su Youtube

Nel difficile periodo di pandemia che sta colpendo duramente il settore artistico, molti giovani cantanti del nostro territorio stanno proseguendo duramente il proprio lavoro di diffusione artistica attraverso la rete: è il caso di Marisa Attolini (classe ’93), in arte Nimue, che ha recentemente aperto il proprio canale dal nome “Give me something to sing […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: