Coronavirus, in Puglia 28 nuovi casi. Nessun decesso.

Trentotto dei 1.977 test processati in Puglia per accertare l’infezione da coronavirus hanno dato esito positivo, 28 sono stati rilevati in provincia di Bari di cui “15 sono contatti stretti di casi gia’ tracciati dal dipartimento di Prevenzione, 3 rientri dalla Sardegna, 9 positivi in fase di approfondimento e 1 caso riscontrato dalla attivita’ di triage dei Pronto soccorso”, spiega la Asl barese.

Nel bollettino diffuso dalla task force regionale in cui non sono segnalati decessi, i nuovi contagiati sono cosi’ distribuiti: 2 nella provincia Bat – su cui sono in corso indagini per accertare l’origine del contagio -, uno provincia di Lecce relativo a un residente in provincia sottoposto a tampone “nel Pronto soccorso in cui era giunto per altre patologie”, evidenziano dall’azienda sanitaria locale e uno fuori regione. I sei casi attribuiti al foggiano riguardano “due cittadini stranieri presenti sul territorio provinciale e 4 contatti di casi gia’ individuati e tracciati dal servizio di Igiene aziendale – specifica il dg della Asl, vito Piazzolla -. Tutti sono gia’ sottoposti alla sorveglianza sanitaria attiva volontaria”. I positivi accertati salgono a 844 di cui 123 si trovano negli ospedali della regione.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Vendevano mascherine cinesi senza indicazioni in italiano, nei guai due farmacie (una di Bisceglie)

Mille mascherine irregolari. È quanto hanno scoperto i carabinieri del Nas di Bari nell’ambito dei servizi sulla commercializzazione di dispositivi medici e di destinazione d’uso sanitario. Nel corso di controlli presso una farmacia di Bisceglie e un esercizio commerciale di Bari, gestito quest’ultimo da una cittadina di nazionalità cinese, i militari hanno constatato la presenza di migliaia […]

In Puglia cambiano le regole sulle registrazioni dei casi positivi Covid

“Con le nuove regole sulla gestione dei casi confermati covid introdotte dal Governo nazionale, i test antigenici rapidi effettuati in farmacia o nei laboratori privati della rete regionale SARS-CoV-2 e registrati sul sistema informativo regionale sono stati resi equivalenti ai tamponi molecolari, senza necessità di conferma ai fini della sorveglianza e della gestione dei casi […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: