Aggressione in pizzeria, Carriera: la vicinanza e la solidarietà della ConfCommercio

Solidarietà e vicinanza da parte di tutta la Confcommercio di Bisceglie nei confronti dei titolari di una pizzeria che ha sede in Largo Fiamme Gialle che, stando a quanto apprendiamo dalla stampa, hanno subito un’aggressione domenica pomeriggio.

 

In particolare, all’uomo aggredito, insieme a sua sorella e suo fratello, facciamo gli auguri di una pronta guarigione. Ma episodi del genere, oltre che essere da condannare, non possono che portare la nostra riflessione al tema della sicurezza a Bisceglie. Quanto accaduto non ci lascia indifferenti, anzi ci preoccupa perché abbiamo bisogno di sentirci al sicuro nello svolgimento delle nostre attività imprenditoriali. Chiediamo per tale ragione, al Sindaco e all’amministrazione comunale si prestare ulteriore attenzione al tema con il potenziamento della video sorveglianza e il rafforzamento dei controlli.

 

Ringraziamo le forze dell’ordine per essere prontamente intervenute a riportare la situazione alla normalità domenica pomeriggio nella pizzeria in questione ma auspichiamo che fatti simili non si verifichino più.

 

Leo Carriera, direttore Confcommercio Bari-Bat

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Diventa mamma partorendo nel parcheggio dell’ospedale Di Venere. Storia a lieto fine per donna biscegliese

Una storia di emergenza con lieto fine è stata raccontata dal sito barinedit.it e sebbene ambientata nel capoluogo pugliese, riguarda una cittadina di Bisceglie. Emergenza e maternità, perché la storia finisce con la nascita di un bambino avvenuta dentro l’abitacolo di un’auto in sosta nel parcheggio dell’ospedale “Di Venere”, dato alla luce proprio dalla neo-mamma […]

Bisceglie, lei lo denuncia e lui le brucia la macchina: arrestato

I responsabili degli incendi avvenuti a Bisceglie, l’11 e il 14 febbraio dell’anno scorso sarebbero un uomo ed una donna: i due, arrestati dai carabinieri, sono accusati di incendio doloso in concorso. Altre tre persone, considerate loro complici, sono state raggiunte dall’obbligo di dimora. Secondo quanto accertato, in entrambi gli episodi i due avrebbero riempito […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: