Confermato lo sciopero della sanità privata pugliese per il 16 settembre

Nulla di fatto dal vertice in videoconferenza tra Regione Puglia e sindacati sulla vertenza di rinnovo del contratto per gli operatori della sanita’ privata. Al termine dell’incontro con il direttore del dipartimento Salute, Vito Montanaro, i sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno confermato lo sciopero indetto per il 16 settembre.

All’incontro hanno partecipato solo i sindacati di categoria, non i vertici di Aiop e Aris, i datoriali di settore, che hanno chiesto la convocazione di un tavolo separato. Montanaro – fanno sapere i sindacati – ha comunicato la volontà delle due associazioni di voler sottoscrivere il rinnovo del contratto nazionale, ma per Cgil, Cisl e Uil non e’ sufficiente: “Chiediamo chiarezza e celerità – dicono i sindacati – rispetto ad un diritto negato per oltre 14 anni. Per tale ragione saremo disposti a revocare ogni forma di protesta solo di fronte a fatti incontrovertibili. Un rinnovo di contratto che peserebbe sul costo della sanità privata pari a circa 22 milioni di euro – precisano i sindacati territoriali – ma che per buona parte sarebbe coperto proprio dalle regressioni tariffarie già annunciate dalla Regione che farebbero lievitare la quota di rimborsi per le strutture convenzionate fino a circa 20milioni di euro. Insomma il costo del servizio sarebbe ampiamente coperto da fondi pubblici”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

FIALS: Gli uffici della Asl-Bat tardano nel reclutare personale e nel riorganizzare gli uffici

Il Dipartimento di Prevenzione e dell’Assistenza Territoriale della ASL BAT, di certo non per volontà di chi ci lavora, rimane il grande assente nella battaglia contro la pandemia covid-19 ed infatti manca ancora la sua necessaria riorganizzazione.   Quella che si osserva è un’assistenza territoriale inadeguata che ha lasciato i cittadini senza forme di protezione […]

Lanciato il progetto Tim “Scuola di internet per tutti”

‘Operazione Risorgimento Digitale’ si rinnova con nuove proposte formative online per accompagnare, in questo momento delicato, i cittadini all’uso della rete, cogliere tutte le opportunità e i vantaggi della vita digitale e semplificare la vita delle persone attraverso l’uso quotidiano delle nuove tecnologie e applicazioni. Il programma – lanciato un anno fa da TIM con […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: