A Bisceglie prorogato l’avviso per altre misure di sostegno al reddito per l’emergenza Covid

A Bisceglie prorogato l’avviso per altre misure di sostegno al reddito per l’emergenza Covid

15 Settembre 2020 0 Di ladiretta1993

Il Comune di Bisceglie ha prorogato al 17 ottobre 2020 i termini per la partecipazione all’avviso pubblico per l’erogazione di contributi in favore dei cittadini colpiti dalla situazione economica determinatasi per effetto dell’emergenza Covid 19 approvato con determinazione dirigenziale n.237 del 24/7/2020. Il Comune inoltre ha stabilito che, tra la documentazione, si possa allegare l’ISEE ordinario e non più necessariamente l’ISEE corrente.

I fondi, 294mila euro messi a disposizione dalla Regione Puglia, sono suddivisi in: contributi per il pagamento del canone di locazione di marzo e aprile per un importo non superiore complessivamente a 500 euro rispetto alle spese effettivamente documentate; contributi per il pagamento di rette di frequenza dei figli minori presso centri estivi per un importo non superiore a 200 euro; contributi per versare il deposito cauzionale a favore del proprietario di nuovo alloggio in locazione, per un importo che non potrà superare quello delle due mensilità generalmente richieste per l’accesso alla locazione.

Si possono presentare domande per beneficiare di uno o più degli interventi previsti. L’Amministrazione Comunale ha stabilito inoltre di destinare, dai fondi regionali, una somma di 50mila euro ad interventi di microcredito sociale, avvalendosi di soggetti esterni demandando a successivo atto gestionale l’individuazione dei soggetti finanzianti secondo la normativa vigente.

Ai contributi potranno accedere i residenti a Bisceglie e quanti nei mesi di marzo e aprile 2020 abbiano percepito, per effetto delle misure di contrasto alla diffusione del Covid 19, retribuzioni o altri sussidi economici da parte di Enti pubblici in misura non superiore a 600 euro netti al mese e che, cumulativamente con altri componenti del nucleo familiare, non abbiano raggiunto un reddito complessivo di 1.200 euro netti al mese. I sussidi saranno assegnati procedendo sino ad esaurimento fondi, secondo una graduatoria determinata in base all’ISEE ordinario dei richiedenti.

L’avviso approvato e pubblicato lo scorso luglio rappresenta la seconda misura, in ordine di tempo, a sostegno di nuclei familiari in temporanea in condizione di bisogno a causa dell’emergenza epidemiologica dopo quella dei buoni spesa erogati utilizzando i fondi governativi, circa 486mila euro, messi a disposizione del Comune di Bisceglie. Un modo quindi per allargare la platea dei beneficiari rispetto al primo provvedimento. A queste due misure destinate alla cittadinanza si è sommata la maxi-manovra tributaria con la quale il Comune ha destinato 2.1 milioni di euro per riduzioni ed esenzioni su Tari, Imu e Tosap in favore delle attività commerciali penalizzate dal lockdown.

Per tutte le informazioni, avviso pubblico e modulo per formulare la domanda si possono consultare sul sito internet del Comune di Bisceglie e la App Municipium.