Sasso e Prete (Lega): la nostra proposta per la soluzione dei problemi del Liceo Scientifico

Sasso e Prete (Lega): la nostra proposta per la soluzione dei problemi del Liceo Scientifico

16 Settembre 2020 0 Di ladiretta1993
L’intricata situazione del liceo scientifico-linguistico-coreutico “Leonardo da Vinci” di Bisceglie non è sfuggita ai rappresentanti della Lega sul territorio. Il candidato al consiglio regionale Rocco Prete ha informato della vicenda l’onorevole Rossano Sasso, che peraltro è impegnato da tempo in un’autentica battaglia politica e parlamentare per il riconoscimento dei diritti di quegli insegnanti precari che si sono visti improvvisamente scavalcati a seguito delle cervellotiche disposizioni del ministro Azzolina.
Le criticità emerse rispetto all’organizzazione delle attività del liceo biscegliese (secondo il dirigente scolastico sarebbero ben 16 le aule necessarie per soddisfare il fabbisogno derivante dal numero di classi e iscritti) potrebbero riguardare anche altri istituti. Il “da Vinci” partirà addirittura con un’alternanza delle lezioni che comporterà la possibilità, per ciascuno studente, di frequentare solo tre giorni a settimana anziché sei, al fine di scongiurare il ricorso ai doppi turni che condizionerebbe le attività sportive, culturali e musicali pomeridiane dei ragazzi.
L’onorevole Rossano Sasso e Rocco Prete, già dirigente provinciale della Lega ritengono che fra le soluzioni praticabili ci sia il reperimento di aule e ambienti all’interno degli istituti paritari del territorio. A titolo puramente esemplificativo, l’istituto Orion ha fornito una disponibilità in tal senso a seguito del contatto col responsabile Salvatore Stallone. Spazi a regola disponibili per le lezioni nel pieno rispetto di tutte le norme vigenti in materia. Una possibilità per insegnanti e alunni, una chance per le famiglie i cui disagi sarebbero mitigati anche dall’organizzazione di un servizio di trasporto nelle strutture. Una proposta alternativa che Sasso e Prete pongono all’attenzione delle valutazioni della comunità scolastica.