“Festival della Musica”, Spina: «Il “Garibaldi” chiuso da tre anni, giovani costretti a pagare i privati»

«Il Teatro Garibaldi chiuso per il terzo anno consecutivo e i nostri giovani sono costretti da Angarano a pagare contenitori culturali privati della città ! Oggi c’è nostalgia per quelle giornate gratis al teatro Garibaldi che la mia amministrazione metteva a disposizione delle scuole e delle associazioni cittadine. Oggi a Bisceglie si paga anche per respirare e il Covid è’stata la scusa per aumentare i costi e non per diminuirli (come è avvenuto per la tari sulle attività commerciali). Angarano intervenga almeno in queste manifestazioni culturali, come quella di stasera al Politeama, organizzate dai ragazzi con i soldi delle proprie famiglie non per sfruttare l’occasione per farsi i selfie, ma per garantire la sicurezza della manifestazione che vedrà partecipare persone che vengono da altre zone e possono veicolare il Covid con grosse probabilità di contagio.

La sicurezza della salute della nostra comunità vale sicuramente di più delle esigenze di pubblicità effimera di un sindaco che, ormai, non lavora più al comune (diserta i consigli comunali) ma presso un’agenzia di autopromozione pubblicitaria!».

Lo scrive il consigliere comunale Francesco Spina sulla sua pagina Facebook.

One thought on ““Festival della Musica”, Spina: «Il “Garibaldi” chiuso da tre anni, giovani costretti a pagare i privati»

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Boccia telefona a mons. Ricchiuti, battaglia comune è salvaguardare le vite e proteggere la salute

Il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, ha avuto nel pomeriggio una lunga telefonata con mons. Ricchiuti per scongiurare che, parole pronunciate durante una riunione interna con i Presidenti di Regione, possano alimentare polemiche sterili su fantomatici orari delle messe di Natale. “Siamo nel pieno della seconda ondata della pandemia, viaggiamo […]

Amendolagine (M5S): «Invece di pensare alla nascita di Gesù Bambino preoccupatevi del problema dei tamponi»

«Dopo aver provveduto ad anticipare la nascita del Bambin Gesù di un paio di ore, ora programmiamo l’anticipo della resurrezione di qualche giorno, così per Pasqua avremmo risolto questo grande dilemma! E intanto c’è ancora chi da giorni attende il tampone, chi, essendo positivo, non è stato ancora contattato per segnalare i contatti stretti, chi […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: