I Capigruppo di maggioranza replicano a Spina: «Bugie e mistificazione della realtà»

I Capigruppo di maggioranza replicano a Spina: «Bugie e mistificazione della realtà»

2 Ottobre 2020 0 Di ladiretta1993
Ancora una volta è necessario fare chiarezza rispetto alle bugie del consigliere Spina.
In merito ad affidamenti e gare è bene precisare che lo schema del programma triennale delle opere pubbliche 2020/2022 è stato adottato e pubblicato sul sito del Comune di Bisceglie. Peraltro lo stesso consigliere Spina ha votato favorevolmente l’approvazione di un progetto (di rigenerazione urbana sostenibile relativo alla riqualificazione del quartiere Santa Caterina e zona porto) contemplato proprio in quel piano triennale delle opere pubbliche 2020/2022.
In merito al bilancio di previsione, occorre puntualizzare che con deliberazione di Giunta Comunale n. 216/2020 è stato approvato lo schema del Bilancio di Previsione 2020, il cui termine per l’approvazione definitiva, peraltro, risulta differito dal governo al 31/10/2020 per tutti i Comuni d’Italia.
Quanto alla gestione dell’esercizio provvisorio, è bene precisare che quest’ultima è avvenuta nel rispetto delle norme di legge (art. 163 del TUEL). Stesso discorso vale per le altre variazioni effettuate tutte nel rispetto della normativa vigente e di quella derogatoria prevista dai decreti emergenziali emanati dal governo. Alcuna norma è stata dunque calpestata, anzi sono state adottate correttamente le stringenti misure normative e derogatorie per l’emergenza sanitaria.
Per quanto riguarda le assunzioni, come chiarito dalle recenti deliberazioni della Corte dei Conti, in costanza di esercizio provvisorio occorre rispettare il comma 5 dell’art. 163 TUEL, che consente di poter procedere all’assunzione di spese correnti, come anche quelle relative all’assunzione di personale, nel limite dei dodicesimi.
Con riferimento alla manovra tributaria e tariffaria, si segnala che la stessa è interamente confermativa di quella dell’annualità precedente. Gli unici interventi hanno riguardato le deroghe per le riduzioni IMU, TARI e TOSAP stante la crisi economica dovuta alla emergenza epidemiologica. Ciò al fine di sostenere le persone più in difficoltà e le attività commerciali pesantemente penalizzate dal lockdown.
Per ciò che concerne l’accusa pretestuosa di aver spodestato il consiglio comunale di ogni potere, anch’essa è totalmente infondata. L’opposizione aveva chiesto una proroga di ulteriori giorni per presentare gli emendamenti al Dup. Nonostante il maggiore tempo sia stato accordato, proprio per favorire il dibattito democratico e tenere in massima considerazione le prerogative della minoranza, quest’ultima non ha comunque formulato emendamenti entro la proroga richiesta. Le richieste di emendamenti alla programmazione sono dunque cadute nel nulla come è facile rilevare dalla comunicazione effettuata dal vicepresidente del Consiglio Comunale.
Tutto ciò smentisce per l’ennesima volta il consigliere Spina e palesa l’unico suo obiettivo: tornare al potere, riappropriarsi della poltrona. Non si rassegna al fatto che non sia lui a governare. Anela lo scioglimento del consiglio comunale quale suo unico desiderio. Per questo minaccia ricorsi in ognidove e inonda da due anni social network e giornali di mistificazioni della realtà intrise di rancore e calunnie. Un atteggiamento ormai entrato nella normalità che non ci impressiona né intimorisce.
NOTA SOTTOSCRITTA DAI CAPIGRUPPO DI MAGGIORANZA IN CONSIGLIO COMUNALE: Pierpaolo Pedone, Carla Mazzilli, Francesco Carelli, Franco Coppolecchia, Luigi Di Tullio, Giuseppe Losapio, Piero Innocenti, Sergio Ferrante.