“Guscio dell’anima”, poesia di Natale Buonarota

“Guscio dell’anima”, poesia di Natale Buonarota

6 Ottobre 2020 0 Di ladiretta1993

Gli autunni
dagli scuri dimenticati
annusano la pelle,
la resina
asciuga il vento.
Soffiano le candele
dalle tremule labbra
le fiammelle in un guscio.
Tu dal lato buio del tempo
danzavi
con il tempio del fuoco
e dalle passioni un passo
affondato in quel guscio
disperso
nel tuorlo delle mie vene.
Il sentiero serpente
sibila di foglie stanche.
E ti annuso ancora
per portarti dentro me.
Un respiro assassino
che tortura il sangue
e dai battiti sincopati
ha rapito l’anima.

Natale Buonarota