Lottizzazione BiMarmi, l’opposizione ricorre alla Regione: la sezione Urbanistica chiede chiarimenti a Sindaco e Assessori

I consiglieri comunali di opposizione Vincenzo Amendolagine, Franco Napoletano, Giorgia Preziosa, Alfonso Russo, Mauro Sasso e Franesco Spina lo scorso 19 settembre hanno inviato al Segretario Generale della Giunta Regionale, al Presidente della Regione Puglia, all’Assessore all’Urbanistica della Regione Puglia, ai Componenti della Giunta Regionale – e per conoscenza alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani, alla Prefettura Bat e alla Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio BAT e FOGGIA – un ricorso ai sensi dell’art. 50 della legge regionale 56/198 contro la delibera di giunta comunale di Bisceglie n. 186 del 31/08/2020 con la quale è stato approvato in via definitiva il piano di lottizzazione della maglia 165 di PRG.

Con quest’istanza, corredata di una serie di puntuali eccezioni riguardanti il mancato rispetto delle norme paesaggistiche vigenti, i consiglieri hanno richiesto l’annullamento della delibera della giunta comunale n° 186/2020 poichè ritengono lo stesso piano sia in contrasto con il comma 7 dell’art. 106 delle norme tecniche di attuazione del P.P.T.R e con ulteriori disposizioni normative.

La Sezione Urbanistica – Servizio Strumentazione urbanistica del Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere Pubbliche, Ecologia e Paesaggio ha riscontrato l’istanza in data 6 ottobre 2020 chiedendo al Sindaco di Bisceglie e al Dirigente della Ripartizione Tecnica di accertare sollecitamente, ognuno per il proprio ambito di responsabilità, le contestazioni dei consiglieri comunali e di produrre “puntuali controdeduzioni nel merito”.

Inoltre lo stessa Sezione Urbanistica – Servizio Strumentazione urbanistica ha rimesso, sollecitando una celere risposta, alla Sezione Tutela e Valorizzazione del Paesaggio della stessa Regione Puglia la valutazione sul ricorso presentato.

I consiglieri ricorrenti esprimono, alla luce dei riscontri ricevuti, fiducia negli organi regionali e della giustizia e continueranno la battaglia per la legalità e per la tutela del territorio anche in altre sedi come la Procura della Repubblica. Il sindaco, la giunta e l’intera maggioranza e gli uffici comunali competenti dovranno ora rispondere nel merito delle eccezioni, avanzate in più occasioni e sedi dai consiglieri di opposizione, ed assumersi per intero le loro responsabilità.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Tamponi drive-through in sicurezza, concesso l’uso del mercato della ciliegia

Il Comune di Bisceglie ha riposto positivamente alla richiesta del Laboratorio R.AN.A. di poter utilizzare l’area del mercato della ciliegia in via Padre Kolbe per l’allestimento di una postazione utile ad effettuare tamponi in modalità drive-through fino alla fine dell’emergenza. È quindi possibile eseguire il tampone senza scendere dall’auto comodamente e in sicurezza. L’amministrazione Comunale […]

Covid-19 a Bisceglie, Angarano: «La situazione è seria. Per ora le scuole di competenza comunale restano chiuse»

Di seguito le dichiarazioni rilasciate, a mezzo di un post social, dal Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano, in merito alla situazione di emergenza sanitaria a Bisceglie: «Cari Concittadini, il virus continua a propagarsi velocemente sia a livello nazionale che regionale e locale. Nella nostra Città i cittadini positivi sono saliti a 152. L’aumento non è […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: