Graduatoria posteggi mercati, la Regione emana linee guida. Casambulanti chiede ad Angarano di sospendere la graduatoria

Arriva come un fulmine a ciel sereno la nota che detta le linee guida per la formulazione delle graduatorie in caso di trasferimento di mercati. La richiesta venne formulata a firma del leader sindacale pugliese, Savino Montaruli, con nota del 19 giugno 2020 quando, proprio grazie all’intervento del Presidente Montaruli al Tavolo di Concertazione comunale istituito dal Sindaco Amedeo Bottaro che invitò personalmente il sindacalista a smuovere una situazione di stallo che le cosiddette Sigle della maggior rappresentanza regionale (sulla carta) non riuscivano a sbloccare, si procedette con il trasferimento del mercato da via Superga a via Falcone. In tale circostanza, durante i numerosi incontri convocati sia dal sindaco Bottaro che dall’allora Assessora alle Attività Economiche Marina Nenna, fu Montaruli a suggerire un percorso di cautela nella formulazione delle graduatorie, proprio perché conosceva perfettamente le procedure ed aveva nutrito moltissimi dubbi su aspetti mai chiariti. Un gran pasticcio che, dopo quella nota del sindacalista andriese alla Regione Puglia, fa registrare il riscontro con quasi quattro mesi di ritardo, dopo che Montaruli si è rivolto direttamente al Presidente della Regione Michele Emiliano. In pratica in una nota a firma della Dirigente della Sezione dott.ssa Francesca Zampano, del Dirigente del Servizio dott. Francesco G. Giuri e della Funzionaria P.O. Angela Monteduro, datata 29 settembre 2020, la Regione Puglia scrive direttamente alle Associazioni di Rappresentanza di Settore cioè CasAmbulanti e UNIPUGLIA; al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e ad ANCI Puglia. In tale nota di riscontro la Regione chiarisce inequivocabilmente che: “Per quanto riguarda il secondo punto del quesito sottoposto allo scrivente Ufficio da codeste spett.li Associazioni di Categoria (CasAmbulanti e UniPuglia), si richiama l’attenzione sul netto discrimine esistente fra anzianità nell’esercizio dell’impresa per la quale Legge e Regolamento regionali prevedono la possibilità di cumulo con l’anzianità di iscrizione dell’ultimo dante causa e anzianità nel posteggio per la quale non è consentito alcun cumulo.”

Sul chiarimento quanto mai opportuno da parte della Regione Puglia interviene proprio l’autore del delicatissimo passaggio che ora rimette in discussione alcune situazioni come, ad esempio quella nel comune di Bisceglie laddove proprio in queste ore, in piena pandemia con il Sindaco Angelantonio Angarano che si accingerebbe a prendere decisioni drastiche sulle restrizioni che potrebbero interessare le attività economiche cittadine, sta procedendo alla convocazione degli Ambulanti per l’assegnazione dei posteggi nel contestatissimo nuovo mercato mensile deturpando la più bella Piazza cittadina, nonostante anche in quel comune le Associazioni CasAmbulanti e UniBat, ma pare anche la Confcommercio locale, abbiano sollevato numerose contestazioni procedurali al punto che proprio un ricorso presentato alla Regione da CasAmbulanti e Unibat fece rilevare le illegittimità di un criterio di formulazione della graduatoria adottato dal Dirigente del comune di Bisceglie. Anche in quella occasione la Regione Puglia diede ragione al ricorrente Savino Montaruli invitando il comune di Bisceglie a rimuovere l’illegittimità. Senza parlare di quanto di illegittimo contenuto del contestato Documento Strategico del Commercio sempre della cittadina marinara della Bat.

Oggi Savino Montaruli dichiara: “il fatto che la Regione Puglia ci abbia messo quasi quattro mesi per dare riscontro ai miei delicatissimo quesiti rende questa situazione ancor più curiosa. In pratica la nota regionale chiarisce che per la determinazione dell’anzianità nel posteggio oggetto della riassegnazione in caso di trasferimento di mercato o di altra assegnazione in caso di bando pubblico, come nel caso del comune di Bisceglie per il mercato mensile ma anche per Festa Patronale e Madonna dell’Addolorata, per la determinazione dell’anzianità di posteggio non è consentito alcun cumulo. Quindi si tiene in considerazione unicamente l’anzianità maturata nel posteggio e nel mercato che si intende trasferire e, nel caso di subingresso, l’anzianità decorre dalla data in cui il partecipante alla riassegnazione e solo lui, senza il cumulo con il dante causa, occupa quel posteggio in funzione di un atto di cessione. Inoltre, cosa importantissima, la Regione Puglia ha altresì chiarito che: “l’elemento da considerare sia l’anzianità nel posteggio del mercato che si va a trasferire e non l’anzianità nel mercato tout court”. Quindi l’anzianità da trasferire al partecipante alla riassegnazione è quella maturata in quel mercato che si va a trasferire e non in tutti i precedenti. Prendo atto del riscontro regionale – continua Montaruli – rimanendo completamente esterrefatto per la leggerezza, spesso totale inadeguatezza, di chi abbia voluto rappresentare le Imprese del Settore Aree Pubbliche alla Regione senza riuscire a sostenere posizioni di salvaguardia più garantiste e che ora induce quei comuni che si sono comportati in modo difforme dal dettato regionale a stravolgere completamente le loro determinazioni ovvero a rimodulare gli atti sulla base della corretta applicazione della norma regionale così come comunicata da parte della Regione Puglia in riscontro a CasAmbulanti e ad UniPuglia”. – ha concluso Montaruli.

 

Alla luce di quanto sopra si invita il Comune di Bisceglie a sospendere immediatamente le procedure di assegnazione dei posteggi in modo da convocare a stretto giro una RIUNIONE URGENTE con la scrivente e con le altre Associazioni di Rappresentanza ricorrenti, che consenta la verifica delle procedure in relazione al chiarimento della Regione Puglia, al fine di evitare contenzioni con ripercussioni sull’Ente ma anche a garanzia degli aventi diritto all’assegnazione dei posteggi secondo i legittimi parametri di legge.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

La Notte: “Puglia si farà trovare pronta per vaccinazione, ma servono numeri migliori”

La Regione Puglia ha già inviato al commissario straordinario per l’emergenza Covid, Domenico Arcuri, le informazioni richieste sulla disponibilità di frigoriferi di stoccaggio per i vaccini anti-Covid, in grado di assicurare temperature di -70, -80 gradi, (necessarie per la conservazione del vaccino Pfizer) e fornendo i dati relativi alla popolazione target per il primo lotto […]

Mercato Ciliegie al Laboratorio RANA, “Bisceglie d’Amare”: tampone rapido gratuito a dipendenti comunali, forze dell’ordine e personale sanitario

<<Apprendiamo con molto piacere quanto emerge dalla pagina Facebook del Sindaco Angarano. Cito testuali parole: “L’amministrazione Comunale ha concesso la struttura del Mercato della Ciliegia al Laboratorio R.AN.A., del Gruppo Extralab inserito nella Rete di Rilevamento COVID19, autorizzato ed accreditato dalla Regione Puglia, che effettuerà i tamponi per la diagnosi del Covid-19 a prezzo calmierato: […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: