Da “I Promessi Sposi” a “Romanzo Nazionale”, una parodia da non perdere tutta in un video

È stato un bell’esperimento, riuscito e originale, quello di un gruppo di studenti del liceo linguistico Da Vinci di Bisceglie. Riprendere, tra video, podcast e illustrazioni d’epoca accompagnate da scene drammatizzate o arricchite da una classica voce narrante, i Promessi Sposi di Alessandro Manzoni.

L’idea è venuta al tranese Carlo Alberto Ronco, uno dei quattro ragazzi, frequentante la terza B/L, che ha scritto la sceneggiatura e impostato le scene, rivisitate in gran parte sotto forma di parodia.

Carlo, protagonista insieme agli altri tre attori, Raffaella Nanula, anche lei tranese, Simone Galantino e Daniele Amoruso, questi ultimi biscegliesi, hanno messo in scena, attraverso un video pubblicato su Youtube e che ora vi proponiamo ( clicca link subito dopo questo articolo), un lavoro che propone, come dicevamo, una commistione di elementi, partendo dal testo originario del Manzoni, ma sperimentando la classica scena con parodia, il podcast (oggi molto utilizzato nelle riproposte letterarie) e l’unione tra illustrazioni relative al romanzo e voce narrante, come nei cataloghi letterari per ragazzi di una volta.

La passione per la letteratura, alimentata dalle lezioni della docente d’italiano dei ragazzi, Antonia Mezzina, ha fatto scoccare la scintilla, il resto è venuto dalla fantasia e originalità nella reinterpretazione dei ragazzi, rispetto ad un’opera letteraria che non smette mai di affascinare e regalare insegnamenti di vita.
Alcune delle scene parodiate, che si alternano ad altre più “classiche”, s’ispirano al famoso spettacolo televisivo di una trentina d’anni fa, del trio Solenghi- Marchesini- Lopez; uno sceneggiato a puntate che riscosse grande successo di critica e pubblico.

Carlo, Raffaella, Simone e Daniele hanno girato le scene “esterne” presso il tempio di Santa Maria di Giano ( il famoso incontro tra don Abbondio e i bravi, in particolare) e nella zona di Capirro. In particolare Carlo Ronco ha svolto la funzione di regista, Daniele Amoruso è stato il video-maker che ha curato anche il montaggio, Simone Galantino ha interpretato le parti musicali al violino e Raffaella Nanula, impegnata come costumista, ha impersonato in protagonista Lucia.

Non ci resta che augurarvi buona visione.
Clicca il link per vedere il video.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Vecchie Segherie Mastrototaro aderisce all’iniziativa #ioleggoperchè

Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie aderisce all’iniziativa #ioleggoperchè promossa dall’Associazione Italiana Editori e sostenuta nell’organizzazione dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione. Un libro in una biblioteca può rappresentare un incontro speciale. Può far nascere una passione, fare andare lontano con la fantasia, aiutare a comprendere questioni […]

Il poeta biscegliese Demetrio Rigante scrive sulla seconda ondata

Il poeta biscegliese Demetrio Rigante scrive dei versi in vernacolo biscegliese dal titolo “S’aspettòve chèss’alt’ondòte” in relazione alla seconda ondata Covid. Rigante ha spiegato la genesi del suo nuovo componimento: «Come previsto dagli esperti della Sanità  siamo nel pieno della seconda ondata di contagi del coronavirus denominato Sars-CoV-2. Si teme il peggio in quanto il […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: