Regione Puglia: Emiliano, spero in percorso comune con M5s

“Intendo aspettare l’esito del dibattito interno al Movimento 5 Stelle per capire se sarà possibile avviare un percorso comune con questa forza politica a cominciare dal welfare, che rappresenta un terreno con molte convergenze di programma. In ogni caso, questa delega sarà attribuita a una consigliera regionale”: lo ha dichiarato il governatore pugliese, Michele Emiliano, presentando la sua giunta. Nell’esecutivo è rimasta una casella libera, quella dell’assessorato al Welfare e Protezione civile, offerto alla pentastellata Rosa Barone.

Rispetto alle altre nomine, Emiliano ha dichiarato: “La nuova Giunta tiene conto in maniera equilibrata delle varie componenti della maggioranza in Consiglio regionale, puntando a valorizzare competenza ed esperienza in relazione alle deleghe assegnate – spiega il presidente Emiliano – La composizione del Consiglio, all’esito dei ricorsi al Tar, oggi è diversa rispetto a quella che avevamo davanti all’indomani delle elezioni, sulla base della quale avevamo fatto determinate previsioni. La presenza di donne in Giunta è garantita nella misura di 3 a 7 e siamo impegnati con le forze politiche per far sì che l’Assemblea legislativa sia guidata per la prima volta da una donna”. La presidenza del Consiglio regionale dovrebbe essere assegnata all’ex assessore al Turismo, Loredana Capone.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Il 4 dicembre nuovo lavaggio straordinario delle strade con i trattori

Venerdì 4 dicembre, con partenza alle ore 21 dal mercato ortofrutticolo di corso Garibaldi, sarà effettuato un nuovo lavaggio straordinario delle strade pubbliche con l’utilizzo di trattori messi a disposizione e condotti dagli agricoltori. L’operazione di pulizia è stata organizzata dall’Assessorato all’igiene coordinato da Angelo Consiglio con la collaborazione di Confagricoltura ed Energetikambiente. Come avvenuto […]

Riequilibrio di Bilancio, Spina: «Irregolare l’approvazione di Angarano»

«Il consiglio comunale del 30 novembre: era l’ultimo giorno utile (pena il commissariamento di Angarano) per approvare la salvaguardia degli equilibri di un bilancio comunale minato da 4 milioni di euro di debiti fuori bilancio emersi nel solo 2020 e da una pronuncia contro il Comune della Corte dei Conti notificata il 10 novembre. Angarano […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: