Acquedotto Pugliese, Bisceglie tra i 21 Comuni interessati dai lavori di risanamento della rete

Sono ventuno i Comuni pugliesi interessati dal grande piano Risanamento Reti 3 di Acquedotto Pugliese: tra questi vi è anche la città di Bisceglie. L’inizio dei lavori, cui costo totale sarà di circa 80milioni di euro, è previsto fine dicembre. Obiettivo è quello di sostituire complessivi 155 km di tubazioni idriche entro fine 2022.

Sono queste le caratteristiche del vasto e complesso progetto di Acquedotto Pugliese rivolto al risanamento delle reti idriche del territorio pugliese, denominato Risanamento Reti 3. Le opere, finanziate dalla Regione Puglia con fondi FESR 2014-2020, si concluderanno entro la fine del 2022. Si tratta di interventi mirati a conseguire la distrettualizzazione, il controllo e il monitoraggio delle pressioni delle reti idriche degli abitati interessati, che prende avvio dopo una lunga e articolata fase di progettazione e il coinvolgimento di figure professionali altamente specializzate del team di Acquedotto Pugliese.

Il progetto, suddiviso in sei lotti, è partito in questi giorni a San Marco in Lamis, Monte Sant’Angelo, Martina Franca e Taranto. Entro fine dicembre partiranno i cantieri su Altamura, Santeramo in Colle, Bitetto, Bari, Valenzano, Castellana Grotte, Palo del Colle, Cassano delle Murge, Ruvo di Puglia e Terlizzi. A seguire, a gennaio prossimo, sarà la volta di Barletta, Bisceglie, Minervino Murge, Trani, Giovinazzo, Molfetta e Corato.
Le opere relative al lotto cinque, per un importo lavori pari a € 12.300,00, riguarderanno Castellana-Grotte, Bari e Valenzano.

Le opere previste nel progetto Risanamento Reti 3 giungono dopo il completamento degli interventi realizzati nell’ambito dei progetti Risanamento 1 e 2, che hanno portato complessivamente alla realizzazione di 240 km di nuove reti e alla sostituzione di 300 km di condotte in 238 Comuni, per un investimento totale di 213 mln di euro. A seguire, prenderà l’avvio il progetto di Risanamento Reti 4 che prevede un investimento di 630 milioni di euro per la sostituzione delle tubature in 94 Comuni. Oltre alle azioni straordinarie, Acquedotto Pugliese è impegnato quotidianamente in interventi ordinari di manutenzione delle reti. Entro la fine del 2020 le squadre di AQP avranno, infatti, ispezionato complessivamente 3.800 km di rete, localizzando 2.800 perdite.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Nasce l’Associazione LED (Lavoro e Dignità)

Si è costituita a Bisceglie l’associazione “Lavoro e Dignità” (LED). L’azione del nuovo sodalizio mira ad affermare politicamente i principi e i valori fondamentali della Costituzione italiana nata dalla Resistenza antifascista. Nello specifico, l’Ass. LED perseguire le seguenti finalità: – combattere contro ogni affermazione di vecchi e nuovi fascismi; – perseguire il superamento dello sfruttamento […]

L’Ass. Vittime Emergenza Covid a fianco di genitori e docenti

L’A.I.V.E.C (Associazione Italiana Vittime Emergenza Covid 19), apolitica e apartitica, senza scopo di lucro ha prestato particolare attenzione alle voci di coloro che hanno subito pregiudizi dalla diffusione del covid-19. Negli ultimi giorni sono pervenute alla richiedente associazione molteplici richieste di intervento da parte di genitori e docenti che non vogliono la didattica in presenza, […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: