Acquedotto Pugliese, Bisceglie tra i 21 Comuni interessati dai lavori di risanamento della rete

Sono ventuno i Comuni pugliesi interessati dal grande piano Risanamento Reti 3 di Acquedotto Pugliese: tra questi vi è anche la città di Bisceglie. L’inizio dei lavori, cui costo totale sarà di circa 80milioni di euro, è previsto fine dicembre. Obiettivo è quello di sostituire complessivi 155 km di tubazioni idriche entro fine 2022.

Sono queste le caratteristiche del vasto e complesso progetto di Acquedotto Pugliese rivolto al risanamento delle reti idriche del territorio pugliese, denominato Risanamento Reti 3. Le opere, finanziate dalla Regione Puglia con fondi FESR 2014-2020, si concluderanno entro la fine del 2022. Si tratta di interventi mirati a conseguire la distrettualizzazione, il controllo e il monitoraggio delle pressioni delle reti idriche degli abitati interessati, che prende avvio dopo una lunga e articolata fase di progettazione e il coinvolgimento di figure professionali altamente specializzate del team di Acquedotto Pugliese.

Il progetto, suddiviso in sei lotti, è partito in questi giorni a San Marco in Lamis, Monte Sant’Angelo, Martina Franca e Taranto. Entro fine dicembre partiranno i cantieri su Altamura, Santeramo in Colle, Bitetto, Bari, Valenzano, Castellana Grotte, Palo del Colle, Cassano delle Murge, Ruvo di Puglia e Terlizzi. A seguire, a gennaio prossimo, sarà la volta di Barletta, Bisceglie, Minervino Murge, Trani, Giovinazzo, Molfetta e Corato.
Le opere relative al lotto cinque, per un importo lavori pari a € 12.300,00, riguarderanno Castellana-Grotte, Bari e Valenzano.

Le opere previste nel progetto Risanamento Reti 3 giungono dopo il completamento degli interventi realizzati nell’ambito dei progetti Risanamento 1 e 2, che hanno portato complessivamente alla realizzazione di 240 km di nuove reti e alla sostituzione di 300 km di condotte in 238 Comuni, per un investimento totale di 213 mln di euro. A seguire, prenderà l’avvio il progetto di Risanamento Reti 4 che prevede un investimento di 630 milioni di euro per la sostituzione delle tubature in 94 Comuni. Oltre alle azioni straordinarie, Acquedotto Pugliese è impegnato quotidianamente in interventi ordinari di manutenzione delle reti. Entro la fine del 2020 le squadre di AQP avranno, infatti, ispezionato complessivamente 3.800 km di rete, localizzando 2.800 perdite.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Ponte Lama, limitazioni alla circolazione stradale fino all’ultimazione dei lavori di messa in sicurezza

Il Sindaco di Bisceglie in data odierna ha firmato un’ordinanza per stabilire limitazioni alla circolazione stradale fino all’ultimazione dei lavori di messa in sicurezza e ristrutturazione del viadotto “Ponte Lama”, recentemente aggiudicati dal Comune di Bisceglie in seguito ad un finanziamento di 5.000.000 di euro ottenuto dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. Di seguito […]

Diritti umani, dal Midu la solidarietà ai pazienti del Don Uva e alle loro famiglie

E’ vergognoso che in un paese civile succedono fatti vergognosi come quello che è successo all’Istituto Don Uva di Foggia per l’assistenza ad anziani disabili. Ancora una volta la nostra amata terra viene infangata in tutta Italia, a causa di 30 dipendenti sotto inchiesta che hanno usato violenza di ogni tipo sui fragili indifesi disabili, […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: